Pubblicato il: 16 Settembre 2019 alle 13:52

Economia

Due Mari, Cna: “Inaccettabili altri ritardi sui lavori, danni per l’economia del territorio”

Sono circa 14 i chilometri ancora a due corsie che intervallano quelli a quattro

Cna Grosseto torna ad esprimere la sua preoccupazione sul proseguimento dei lavori per il completamento della Due Mari, la strada che collega la costa maremmana all’entroterra.

E’ di questi giorni – commenta Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto – la notizia che gli appalti per il completamento dei due lotti dell’arteria, che dovrebbe unire Grosseto a Siena, subiranno ulteriori ritardi, con danni evidenti per gli automobilisti e gli autotrasportatori che devono percorrere quel tratto di strada”.

Sono circa 14 i chilometri ancora a due corsie che intervallano quelli a quattro, creando rallentamenti e pericoli: si tratta del lotto 4, che da Civitella Marittima arriva fino a Lampugnano, e del lotto 9, dal viadotto delle Potatine a Orgia. Tratti di strada che, probabilmente, vedranno l’avvio dei lavori nel 2020.

Ci uniamo, di nuovo, alla preoccupazione espressa dalla Regione Toscana qualche tempo fa e a quella del sindaco di Civitella Paganico, che sottolinea come per gli abitanti di Pari il rallentamento dei lavori comporti disagi praticamente quotidiani. Da 18 anni – aggiunge Bramerinisi parla della necessità di completare questa strada e ulteriori ritardi non sono più ammissibili, non solo per il settore degli autotrasporti, ma per lo sviluppo generale del nostro territorio: senza collegamenti adeguati, efficienti e sicuri è impensabile parlare di concrete possibilità di ripresa e sviluppo per l’economia locale”.

“Come ha sottolineato più volte la Camera di commercio, promotrice del tavolo ‘Sì, Grosseto va avanti’, serve una presa di posizione netta e coesa da parte di tutti, istituzioni, associazioni di tutela e cittadini – termina Bramerini -. Noi continueremo a sollecitare un impegno concreto nell’interesse delle imprese e dei tanti cittadini che si spostano, ogni, giorno verso l’entroterra toscano”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su