Pubblicato il: 19 Agosto 2019 alle 12:31

Cinema

Clorofilla Film Festival: i corti del concorso al Museo di Storia Naturale

Proseguono le proiezioni del Clorofilla Film Festival. Dopo Festambiente, il festival di cinema promosso da Legambiente propone domani alle 21.00 al Museo di Storia Naturale alcuni dei corti in concorso, quasi tutti a tema sociale.

Si inizia con “Elias” di Brando Bartoleschi, prodotto da Chef Rubio. Elias è un bambino rom di 10 anni che vive in un campo nomadi ai piedi della tangenziale. Un giorno tornando da scuola si imbatte in altri bambini del campo che stanno torturando un cucciolo di pastore tedesco. Il bambino li sfida con coraggio. E’ l’inizio di una lunga amicizia.

Poi il David di Donatello “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio. Un adolescente al primo giorno di lavoro da necroforo e un ragazzo alla prima missione da sommozzatore sono sul ponte di un traghetto diretto a Lampedusa. Non si conoscono, ma quando metteranno piede sull’isola le loro vite cambieranno per sempre.

In “Yousef” di Mohamed Hossameldin, il protagonista è un cuoco di successo, figlio di immigrati, cresciuto in Italia. Dopo una lunghissima attesa riesce ad ottenere la cittadinanza italiana, pochi giorni dopo l’attentato di Macerata. Le certezze di Yousef iniziano a vacillare. Si prosegue con “Da lassù” di Teresa Paoli: il fantastico incontro tra due fratellini e un supereroe loro coetaneo. Con “Moths to flame” di Luca Jancovic, Marco Pellegrino si racconta la missione dell’Apollo 11 da un altro punto di vista.
“Happy Hour” di Fabrizio Benvenuto racconta una società incapace di costruire relazioni reali: per allontanarsi dalla disperazione di sentirsi soli si crede di risolvere tutto comprando il tempo, ma è solo una soluzione effimera.
L’animazione di “Palla prigioniera” di Hermes Mangialardo affronta un tema molto attuale: in un parco giochi un bambino cerca di giocare a palla con gli altri bambini, ma la palla diventa sempre più lontana.
Infine “Con te e senza di te” di Angela Prudenzi: la testimonianza immaginaria di un uomo senza volto colpevole di violenza nei confronti della propria donna.

Ingresso gratuito.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su