Cultura & SpettacoliGrosseto

Claudio Pacella premiato per il contributo alla crescita del Polo Universitario grossetano

Claudio Pacella, presidente del comitato tecnico scientifico del Polo Universitario Grossetano, è stato tra i premiati della seconda edizione del Premio “Sport, Cultura e Letteratura” Città di Piancastagnaio “La Castagna”, che quest’anno assegnava anche i riconoscimenti per la pace attraverso l’opera della Lega Dilettanti, il CSI, la Federcalcio Sammarinese e la Federcalcio Ucraina.

Insieme a Pacella sono stati premiati personaggi del calibro di Giancarlo Abete, ex presidente Figc e oggi numero uno della LND, il mister Leonardo Semplici, il direttore generale della Spal Andrea Gazzoli, l’ex calciatore Giovanni Galli, lo scrittore Carlo Rosati, l’ex medico della Nazionale Enrico Castellacci, il procuratore sportivo ucraino Alex Velykykn, l’allenatrice ed ex bomber Patrizia Panico, la scrittrice Valeria Ancione, il consulente ecclesiastico CSI Don Alessio Albertini, il pittore Armando Orfeo, lo scultore Mauro Vaccai, il direttore d’orchestra Francesco Traversi, la danzatrice Eleonora Landi, il professor Emilio Becheri, uno dei maggiori studiosi del mondo turistico, il presidente regionale USSI Franco Morabito, il responsabile del settore giovanile del Genoa Michele Sbavati e l’avvocato Gabriele Nicolella, specializzato in diritto dello sport.

L’evento era organizzato dal Comune di Piancastagnaio in collaborazione con la Sport Service Consulting di Rossano Dolfi e presentato dalla giornalista Rai Simona Rolandi.

Pacella è stato premiato per il contributo dato alla crescita dell’offerta formativa del Polo Universitario Grossetano. “Sono onorato di ricevere questo premio fuori dalla provincia di Grosseto -ha affermato Pacella premiato dall’assessore Roberta Sancasciani – a testimonianza del buon lavoro del Polo Universitario e la crescita che stiamo avendo riconosciuta anche fuori dal nostro territorio. Oggi gli studenti maremmani, ma non solo, hanno la possibilità di formarsi da noi scegliendo tra ben nove corsi di laurea. Questo aiuta le famiglie, ma dà un contributo anche alla crescita formativa e culturale della nostra città. Oggi vengo premiato in un ambito culturale e sportivo a dimostrazione di come la formazione dia un contributo fondamentale alla crescita di entrambi i settori. Per questo ringrazio gli organizzatori e l’amministrazione del Sindaco Vagaggini per questo riconoscimento che, con la mia persona, va a tutti coloro che quotidianamente si impegnano per far sì che questa importante Fondazione, che è il Polo Universitario, possa crescere e svilupparsi. Non nego il mio orgoglio e la mia emozione – ha concluso Pacella – a ricevere il premio in un contesto così importante e insieme a personaggi di grande spessore del mondo dello sport, della cultura e della letteratura”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button