AmiataPolitica

Cinigiano, Silvana Totti saluta i cittadini: “Ho cercato sempre di tutelare il territorio”

Silvana Totti, sindaco di Cinigiano, ha scritto una lettera aperta ai propri concittadini per salutarli a pochi mesi dal termine del suo mandato e per spiegare alcune sue scelte nell’amministrazione del paese.

Ecco il testo integrale della lettera:

Mancano pochi mesi al termine del mio ‘servizio’ di sindaco a Cinigiano. Sono stati cinque anni complessi, non poteva essere altrimenti. Avere trascorso tutta una vita nella scuola mi ha aiutato molto. Con i ragazzi devi essere competente, corretto, trasparente, rispettare le regole, dare il buon esempio. Queste poche, impegnative, regole le ho portate e presidiate come sindaco nel governo di Cinigiano. Spero siano rimaste attaccate ai muri e alle persone e chi verrà dopo di me sappia custodirle gelosamente arricchendole con nuove energie.

Per tutti questi motivi sono insieme ai miei concittadini che si organizzano per difendere il proprio territorio. Il Comune è con loro, saluta con gioia la loro sensibilità. Sappiano però che, se ci sono nemici, non sono qui da noi. Non sono nei Comuni. Sono accusata da alcuni concittadini di non aver tutelato il benessere della comunità. Mi dispiace molto. Evidentemente non sono stata capace di spiegare ciò che abbiamo fatto. Cercherò di farlo in questa breve nota.

Il Comune di Cinigiano, sulla tutela del proprio territorio e delle persone che ci vivono, ha sempre fatto il suo dovere ed ha tutte le carte in regola (se si vogliono leggere bene!) quando:

• un impianto a biomasse (e non un inceneritore) doveva nascere a Santa Rita e, senza fare clamore, partendo dal nostro regolamento urbanistico, in conferenza dei servizi abbiamo espresso parere contrario ed abbiamo contribuito in maniera determinante al diniego della Provincia;

• in conferenza dei servizi, per l’autorizzazione alla ricerca non invasiva di fonti energetiche il Comune ha espresso parere negativo insieme ad altri Comuni. Ed è così che le istituzioni lavorano, è così che oggi nè il Comune nè la Regione hanno concesso alcun permesso per ricerche invasive o installazione di impianti:

• il parere tecnico espresso autonomamente dall’ufficio tecnico comunale riguarda ricerche non invasive, cioè che non prevedono perforazioni di nessun genere (meglio spiegare perché c’è tanta disinformazione in giro). Avete visto perforazioni?

Molti ritengono la politica una cosa sporca, a me stringe il cuore quando sento questa affermazione: non è la politica sporca, è il modo con cui alcuni la praticano, e che siano persone di una certa età, che hanno avuto senz’altro una formazione umana e culturale secondo la quale si devono privilegiare valori quali l’onestà, la correttezza, il rispetto della verità e delle persone, a calpestare questi principi mi amareggia ancora di più”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button