Pubblicato il: 10 Novembre 2018 alle 14:21

AmbienteColline Metallifere

La Ciclovia Tirrenica toccherà anche Massa Marittima: “Occasione per lo sviluppo del territorio”

Si svolgerà a Massa Marittima mercoledì 28 novembre, alle 18 all’ex convento delle Clarisse, in piazza XXIV Maggio, il laboratorio territoriale di “Ciclopico“, progetto di partecipazione promosso da Legambiente, cofinanziato dalla Regione Toscana, coordinato dal Comune di Follonica (capofila) e al quale ha aderito anche Massa Marittima, che ha l’obiettivo di valorizzare i territori che si trovano lungo o nelle aree limitrofe della futura Ciclovia Tirrenica.

L’asse cicloturistico, lungo 1200 chilometri, dal confine della Francia raggiungerà Roma. In Toscana si tratta di un percorso di 550 chilometri, che scorrerà sulla costa a fianco di siti archeologici, in prossimità di città d’arte e aree naturali protette come il Parco regionale della Maremma, utilizzando strade esistenti e creando nuove ciclopiste.

Da tempo il Comune di Massa Marittima segue da vicino questa iniziativa ed ha già pronto un progetto di massima per creare lungo la dorsale una deviazione, una sorta di bretella, che collegherà la Città del Balestro alla Ciclovia Tirrenica sfruttando il tracciato della ex ferrovia Massa Marittima – Follonica.

Il laboratorio territoriale servirà ad individuare e mappare le potenzialità e le risorse ambientali, economiche, culturali, enogastronomiche e turistiche che possono essere valorizzate lungo il percorso e definire gli investimenti da mettere in campo.

“Crediamo molto nelle potenzialità del cicloturismo nel nostro territorio – sottolinea Maurizio Giovannetti, assessore ai lavori pubblici – e collegarsi alla Ciclovia Tirrenica rappresenterà una grande opportunità di sviluppo per questo tipo di turismo. Ecco perché l’evento del 28 novembre, che mi auguro sia molto partecipato, rappresenta un momento molto importante con lo scopo di creare intorno a questo progetto il consenso e il sostegno del numero più ampio possibile di soggetti del territorio: enti, associazioni, imprese, cittadini comuni“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su