FollonicaPolitica

Gessi rossi, Lynn: “Un consiglio comunale aperto per affrontare la questione”

Ambiente o lavoro? Pare che i due sostantivi promossi a principi fondamentali del vivere civile non possano convivere nel caso dei gessi rossi prodotti nella piana del Casone dalla Venator“.

A dichiararlo è Charlie Lynn, consigliere comunale della lista civica Di Giacinto a Follonica.

“Un problema vecchio non risolto, affrontato a suon di compromessi al ribasso senza uno sguardo lungo che andasse oltre la contrapposizione tra ambientalisti e il mondo dell’impresa del lavoro – spiega Lynn . Ma è l’ora di fare una luce definitiva su questa vicenda. I risultati emersi dalla commissione bicamerale sulle ecomafie sono, se non confutati, impressionanti. E la politica, in queste ore tace. Unica certezza, si fa per dire, Il Pd iscritto tra i ‘possibilisti’ all’apertura del sito di Pietratonda stante l’esaurimento di Montioni. La questione ci riguarda da vicino perchè nel mezzo dello (pseudo) parco di Montioni c’è una cava coperta di gessi rossi che, a detta della Commissione parlamentare, era tutt’altro che inerte”.

“Se anche a Follonica non vogliamo fare come gli altri dobbiamo unire il consiglio comunale nel tentativo di arrivare ad un confronto autentico e costruttivo. Per questo propongo alle forze presenti in consiglio, sia di maggioranza che di opposizione, di convocare un consiglio comunale aperto invitando le rappresentanze della Venator e della Commissione parlamentare Ecomafie e capire cosa si può fare oggi per risolvere insieme il problema e quali le reali prospettive occupazionali – termina Lynn -, produttive ed ecologiche del nostro territorio“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button