Economia

Certificazioni gas fluorurati, Confartigianato: “Altro fardello per le imprese”

Ancora burocrazia per le aziende. In questi giorni le piccole e medie imprese registrate nel repertorio dei Gas fluorurati stanno ricevendo delle lettere dal Ministero dell’ambiente: in pratica il governo sta chiedendo a chi non si è ancora registrato definitivamente di colmare questa mancanza.

“Viene chiesto alle aziende di compilare un questionario dove si vuole sapere anche il motivo per cui ancora non si sono segnate nel registro – spiega il segretario generale di Confartigianato Imprese Grosseto, Mauro Ciani – .Tra tempi stretti, costi che si aggiungono, atti burocratici che si accavallano e le inutili pratiche da svolgere, il fardello che pesa sulle piccole e medie imprese che hanno a che fare con i gas fluorurati sta diventando sempre più pesante. Come associazione ci dichiariamo favorevoli ai controlli, è giusto che lo Stato verifichi il rispetto delle regole, ma contestiamo le modalità con cui tali indagini vengono svolte: Confartigianato Imprese ha chiesto al governo di controllare in primis chi non è iscritto al registro e quelle imprese che non sono segnate regolarmente alla Camera di commercio. Partiamo da qua, non mettiamo i bastoni tra le ruote a chi già ha iniziato il percorso di certificazione”.  

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button