Pubblicato il: 2 Dicembre 2019 alle 12:21

Colline MetallifereScuola

L’Istituto Bernardino Lotti compie cento anni: al via i festeggiamenti

Iniziano mercoledì 4 dicembre i quattro giorni di celebrazioni per festeggiare i cento anni dell’Istituto superiore

Iniziano mercoledì 4 dicembre i quattro giorni di celebrazioni (fino a sabato 7 dicembre) per festeggiare i cento anni dell’Istituto superiore “Bernardino Lotti” di Massa Marittima. Una scuola superiore costituita il 14 settembre del 1919 come Regia scuola mineraria, che nel corso del tempo è diventata una delle migliori istituzioni scolastiche superiori della provincia di Grosseto e non solo, che annovera corsi di studio che vanno dal Liceo classico agli indirizzi professionali, tecnici tra i quali quello tecnologico geotecnico, diretto erede dell’Istituto minerario (uno dei quattro presenti in Italia), che fino agli anni Ottanta ha formato generazioni di periti che hanno lavorato non solo in Maremma, ma nelle aziende minerarie ed estrattive di tutta Italia e in altre nazioni.

Una scuola quindi molto importante per Massa Marittima e tutto il comprensorio delle Colline Metallifere.

Mercoledì, giorno di Santa Barbara la patrona dei minatori, il ricco programma di eventi inizia alle 9.15 nell’aula magna dell’Istituto, con una conferenza dal titolo “I miei primi cent’anni”. Accanto ai saluti istituzionali, tra i quali quelli del sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, e della preside dell’Istituto “Lotti” Marta Bartolini, sono previste le relazioni di docenti e di addetti ai lavori sulla storia dell’istituto, ma anche sulle nuove professioni legate alle attività estrattive e geologiche.

Tra questi Luigi Mansi, presidente della Solmine, Giovanni Fusco, amministratore delegato di Venator di Scarlino, il professor Paolo Macini dell’Università di Bologna, Carlo Meletti, direttore dell’Istituto di geofisica e vulcanologia di Pisa, e Franco Terlizzese, presidente del Centro Ricerche su economia circolare e sostenibilità “The Circle”. Modera Sandro Poli.

In questa occasione sarà anche presentato un libro, realizzato in collaborazione con Venator di Scarlino, che ripercorre gli ultimi 10 anni dell’Istituto con le evoluzioni degli ordinamenti, i progetti più importanti, testimonianze di periti minerari. Alle 13 è previsto il pranzo preparato dagli studenti dell’indirizzo enogastronomico, riservato alle autorità e ai partecipanti alla conferenza, che si terrà nella sala Auser di Massa Marittima, gentilmente offerta da quell’associazione. Un secondo pranzo più informale, si terrà in contemporanea all’agriturismo Camporuffaldo in località Marsiliana, organizzato dagli studenti della quinta dell’indirizzo geotecnico, a cui possono partecipare i periti minerari e docenti. Necessaria la prenotazione al numero 331.7281242.

Nel pomeriggio, nel quadro di una serie di visite guidate organizzate per l’occasione nei luoghi che conservano la memoria del passato minerario delle Colline Metallifere, dalle 15 alle 17 i partecipanti agli eventi della mattina (rappresentanti delle istituzioni, invitati, ex docenti, ecc), potranno visitare il Museo della miniera di Massa Marittima. Una visita guidata, in gruppi di 15 persone, curata dal Comune e dalla cooperativa sociale Zoe.

Alle 17, nel chiostro di Sant’Agostino, lo spettacolo degli sbandieratori e la giornata si chiude alle 21, nella chiesa di Sant’Agostino, con il concerto del Coro polifonico dei Minatori di Santa Barbara diretto dal maestro Maurizio Morgantini, maestro organista Silvia Gasperini.

Informazioni: www.islotti.edu.it, tel. 0566.902068.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su