AttualitàGrosseto

“Artigiani per la vita”: alla cena benefica di Cna raccolti 5mila 550 euro per “La farfalla”

Sono 5mila 550 euro i fondi raccolti per l’associazione “La farfalla – cure palliative Loretta Borzi onlus“, grazie alla quarta edizione di “Artigiani per la vita“, la serata di solidarietà organizzata da Cna Grosseto alla Cava di Roselle.

L’annuncio è arrivato proprio durate la serata: grazie alla generosità delle oltre 400 persone che hanno partecipato alla cena “artigianale”, tutta preparata dagli associati a dai dipendenti di Cna, è stato possibile raggiungere questo importante traguardo: “Un vero successo – commenta la vicepresidente di Cna Grosseto, Daniela Morosini, ideatrice della manifestazione –, che è stato possibile grazie all’impegno di tutti: dei volontari, degli sponsor che ci hanno sostenuto, ma soprattutto delle tante persone che hanno raccolto il nostro invito“.

E con la somma raccolta l’associazione “La farfalla”, che si occupa di terapie e sostegno per i malati terminali e per le loro famiglie, potrà acquistare un macchinario per la scrambler therapy: “...usato per combattere il dolore cronico e quindi molto utile anche per lenire le sofferenze delle persone malate di tumore“, spiega Loriana Landi, presidente dell’associazione.

Con la scrambler therapy, infatti, le onde elettromagnetiche vengono usate per lanciare segnali interferenziali, che disturbano la trasmissione nervosa del dolore, facendo sì che al cervello provengano segnali più deboli: “Il macchinario sarà installato nella nostra sede, a disposizione delle persone che ne avranno bisogno“.

E’ bello pensare di sostenere chi aiuta gli altri – commentano Riccardo Breda, presidente, e Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto – perché la nostra associazione fa parte della comunità. Ecco perché stiamo cercando di fare di ‘Artigiani per la vita’ un appuntamento fisso che possa, ogni anno, devolvere fondi a realtà diverse“.

La serata è stata animata dalla simpatia e dalla professionalità di tanti, che gratuitamente si sono messi a disposizione. Come il trio di “Attenti a quei tre”, formato da Argia, dal Conte Max Venturacci e da Carlo Sestini che, oltre ad esibirsi, ha presentato l’intera serata, la filarmonica “Mascagni” di Poggio Murella, Claudio Romagnoli al piano bar, le danze della scuola di ballo “Bulli & Pupe” e di Lady Murasaki.

Ai fornelli il personale e gli artigiani di Cna Grosseto e alla griglia la squadra della sagra di Paganico.

E’ stato possibile devolvere l’intero ricavato della cena a “La farfalla”, grazie agli sponsor, che sono stati Conad, la Cava di Roselle, Tv9 – Telemaremma, il panificio “I frutti del grano”, la pasticceria “Giannini”, Plastiho e Sellari Serramenti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button