Pubblicato il: 19 Aprile 2013 alle 16:12

Castiglione della Pescaia

Castiglione: il Consiglio comunale riduce di un punto le aliquote Imu

Stamani, il Consiglio comunale di Castiglione della Pescaia si è aperto con alcuni argomenti riguardanti la finanza e il bilancio.

Deliberiamo le aliquote Imu per il 2013 – ha spiegato l’assessore al bilancio, Federico Mazzarello –  riducendo di un punto l’aliquota sulla prima casa, portandola dal 4 per mille al 3. Abbassiamo, secondo il minimo consentito per legge, anche l’aliquota sui terreni agricoli, portandola dal 5,6 al 4,6 per mille. Per quanto riguarda invece le altre aliquote, saranno tutte riconfermate senza alcun aumento. La nostra amministrazione, dopo l’approvazione del bilancio 2013, continua a portare avanti la linea che individua l’aiuto alle famiglie come primo impegno, deliberando la riduzione dell’aliquota sulla prima casa di un punto come segnale chiaro a sostegno di chi, più di chiunque altro, soffre i risvolti di questa crisi economica”.

“A questo proposito, – ha continuato Mazzarelloè utile ricordare che, dal 2013, il gettito della classe catastale D verrà interamente incassato dello Stato ad aliquota base del 7,6, senza possibilità di riduzione per i Comuni, l’unica alternativa consentita e prevista risulta quella dell’aumento. Questa amministrazione ha deciso di far rimanere Castiglione a livello base, ovvero il 7,6 per mille, per dare un segnale importante nei confronti delle attività produttive che vedranno a dicembre l’arrivo della nuova Tares. Non sono previsti aumenti per le seconde case sfitte, che rimangono al 9,6 per mille e quindi sotto la media provinciale dei paesi costieri. Vogliamo inoltre dare un segnale importante anche al mondo dell’agricoltura, riducendo l’aliquota sui terreni agricoli al minimo: 4,6 per mille”.

Il punto è stato approvato all’unanimità.

L’assessore Mazzarello ha quindi illustrato i dettagli sulla scadenza della Tares: “Oggi si deliberano anche le scadenze della nuova Tares, la tassa sui rifiuti che prenderà il posto della Tarsu. Con questa delibera vengono previste le scadenze nei giorni del 31 maggio e 30 settembre per le prime due rate che, come previsto per legge, saranno calcolato sulla base Tarsu 2012 a titolo di acconto. La terza e ultima rata, a titolo di conguaglio, è prevista per il 31 dicembre, occasione in cui verrà applicato il differenziale Tares e la quota interamente a carico dello stato di 30 centesimi di euro per metro quadrato”.

Anche questo punto è stato approvato all’unanimità.

Per il turismo, l’assessore Pier Paolo Rotoloni ha illustrato la modifica al regolamento dell’imposta di soggiorno: “Chiediamo l’approvazione di alcune modifiche al regolamento dell’imposta di soggiorno. La prima riguarda l’esclusione dal pagamento della tassa da parte delle strutture ricettive con caratteristiche di civile abitazione. La seconda, riguarda le scadenze di pagamento: la prima verrà posticipata al 10 giugno, mentre il saldo totale potrà essere versato il 10 agosto”.

Il punto è stato approvato all’unanimità.

In chiusura del Consiglio, l’assessore Mazzarello ha chiesto la proroga per la scadenza dei pagamenti Cosap, il canone di occupazione del suolo pubblico): “Per motivi tecnici viene posticipata, solo per il 2013, la scadenza per il pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico dal 30 aprile al 31 maggio: questo consentirà di pagare il canone con un mese di ritardo, senza essere soggetti a maggiorazioni”.

Anche questo punto è stato approvato all’unanimità.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su