Home Castiglione della Pescaia Rievocazione storica e visite guidate: il paese celebra i 450 anni dalla morte di Cosimo de’ Medici

Rievocazione storica e visite guidate: il paese celebra i 450 anni dalla morte di Cosimo de’ Medici

Le iniziative a Castiglione della Pescaia

di Redazione
0 commento 405 views

Castiglione della Pescaia (Grosseto). Una rievocazione storica con spettacolo teatrale e visite guidate a tema per celebrare i 450 anni dalla morte di Cosimo I dei Medici e di Giorgio Vasari.

Il Comune di Castiglione della Pescaia ha partecipato al bando della Regione Toscana presentando un articolato progetto che racconta il forte legame tra il casato dei Medici e il territorio castiglionese.

Nel 1559, dopo un periodo di devastazione dovuto alla malaria e alle scorrerie dei Turchi, il territorio di Castiglione della Pescaia fu acquistato da Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I dei Medici. Alla morte di Eleonora, avvenuta per malaria nel 1562 proprio durante un suo viaggio verso la Maremma per vedere come procedevano i lavori di bonifica intrapresi, Cosimo ne ereditò i possedimenti.

Sotto la casata medicea, i castiglionesi vissero un periodo di sicurezza e di distensione. Simbolo del felice dominio mediceo è Palazzo Centurioni, storico palazzo all’interno del borgo di Castiglione, dove si respira ancora un’aria rinascimentale, che Cosimo ed Eleonora rinnovarono, ampliandolo e trasformandolo in Municipio.

Ricevuta a Palazzo Strozzi Sacrati, il sindaco Elena Nappi ha presentato il progetto delle celebrazioni al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

«Essere stati scelti e finanziati dalla Regione Toscana – dichiara il sindaco Elena Nappi – come uno dei migliori progetti presentati per le celebrazioni dei 450 dalla morte di Cosimo I de’ Medici ci rende orgogliosi e onorati di entrare a far parte del calendario regionale 2024 e premia il lavoro svolto dall’Ufficio Turismo, che ha costruito interamente il progetto sulla figura di Eleonora di Toledo, prima moglie di Cosimo, esaltando la grande lungimiranza che questa particolare figura femminile ha avuto sul futuro dalla nostra terra, una perspicacia portata avanti proprio dal grande statista anche dopo la morte dell’amata consorte».

Sarà Palazzo Centurioni a fare da cornice allo spettacolo “Eleonora di Toledo, madre di Toscana“, una rievocazione storica con attori e musicisti affiancati da figuranti non professionisti che per le vie del borgo storico racconteranno di Cosimo e di Eleonora, una delle più importanti figure femminili della società rinascimentale toscana, donna di grande carisma che in numerose occasioni sostituì il marito nel governo del territorio, proprietaria in prima persona di grandi possedimenti.

Contestualmente, verranno organizzate visite guidate dedicate ad Eleonora da Toledo e ai luoghi storici del suo soggiorno castiglionese, a partire dall’antico lago Prile, trasformatosi oggi nella riserva naturale della Diaccia Botrona.

Un progetto innovativo che il Comune realizzerà nel mese di settembre, offrendo a turisti e residenti un’ulteriore opportunità di intrattenimento culturale.

«Anche questo progetto – conclude la prima cittadina – sostiene la politica destagionalizzante della nostra amministrazione che da anni cerca di promuovere il proprio territorio al di fuori del prodotto balneare puro con turismi diversificati ed esperienziali come quello culturale, che è uno dei punto di forza della nostra storia».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy