Home Castiglione della Pescaia Vetulonia: venerdì nuovo appuntamento con “Archeologia sotto le stelle”

Vetulonia: venerdì nuovo appuntamento con “Archeologia sotto le stelle”

di Redazione
0 commento 1 views

Venerdì prossimo, alle 21.30, in piazza Vetluna, di fronte al Museo civico archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia, è in programma il secondo appuntamento con “Archeologia sotto le stelle”.

In questa occasione, la manifestazione vedrà come protagonista il direttore del Museo archeologico nazionale di Firenze, Giuseppina Carlotta Cianferoni, che intratterrà il pubblico sul tema “Rileggendo Isidoro Falchi…alcune novità sulle tombe a circolo principesche di Vetulonia”.

La conferenza prosegue il ciclo di interventi collegati alla mostra-evento “Vetulonia, Pontecagnano, Capua. Vite parallele di tre città etrusche” , che proseguiranno venerdì 16 e sabato 24 agosto alle 21.30, nella piazza antistante il Museo. In occasione di questi appuntamenti, è prevista l’apertura serale gratuita del museo e la visita guidata alla mostra.

Dopo il primo appuntamento con il professor Giovannangelo Camporeale, che ha intrattenuto un centinaio di spettatori sulla prima storia di Vetulonia – spiega il direttore scientifico Simona Rafanelli -, questo nuovo incontro ha come protagonista un altro personaggio di rilievo: il direttore del Museo fiorentino, grazie al quale ogni anno, a partire dal 2002, i principali reperti recuperati nelle maggiori tombe etrusche di Vetulonia ritornano nella sede di origine per essere ammirati, all’interno della mostra archeologica, dal fedele pubblico degli appassionati e degli studiosi”.

Colgo l’occasione per ringraziare ulteriormente la Soprintendenza archeologica toscana – dichiara l’assessore alle politiche culturali, Federico Mazzarelloper la grande disponibilità e per l’opportunità concessaci di organizzare ogni anno importanti manifestazioni culturali di grande calibro, capaci di attrarre la collaborazione delle altre Soprintendenze regionali e di far convergere a Vetulonia uno straordinario numero di reperti di elevatissima qualità, come ha sottolineato nel giorno dell’inaugurazione la Soprintendente per i beni archeologici di Salerno, Adele Campanelli”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy