Pubblicato il: 8 Ottobre 2019 alle 13:20

AttualitàCastiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia: torna la Coppa del Mondo parolimpica

Nei giorni scorsi è stato siglato dal primo cittadino l’accordo con la Federazione ciclistica italiana e l’associazione sportiva Giubileo disabili

Concluso il G20 delle spiagge, che ha portato Castiglione della Pescaia sulla ribalta nazionale, la Giunta Farnetani sta lavorando per organizzare altri eventi e dalla prossima primavera la cittadina balneare sarà al centro dell’attenzione internazionale.

Nei giorni scorsi è stato siglato dal primo cittadino l’accordo con la Federazione ciclistica italiana e l’associazione sportiva Giubileo disabili e tornerà a Castiglione della Pescaia la Coppa del Mondo parolimpica, manifestazione già organizzata nella cittadina costiera con successo nel 2014.

La cerimonia inaugurale si terrà martedì 26 maggio e le gare prenderanno il via con le cronometro il 27 e proseguiranno con questa disciplina anche il giorno seguente. Il 29 e 30 maggio le prove su strada monopolizzeranno l’attenzione degli addetti ai lavori e del pubblico. Un test importante quello che si terrà a Castiglione della Pescaia perché la settimana seguente, il 4 giugno, in Belgio si terrà il Campionato del Mondo e tante nazionali dei Paesi degli altri continenti hanno già chiesto di stabilire con molti giorni di anticipo il loro quartier generale nel centro turistico per preparare entrambi gli appuntamenti.

E’ prevista la partecipazione di 37/39 squadre nazionali a questa prova di Coppa del Mondo, che attribuirà anche punti per la partecipazione ai Giochi paraolimpici in programma a settembre in Giappone e questa possibilità farà di sicuro arrivare a Castiglione della Pescaia quasi tutte le nazionali qualche giorno prima per provare i percorsi.

«L’ultima settimana di maggio – dichiara soddisfatto il sindaco Giancarlo Farnetaniospiteremo la prova di Coppa del Mondo di paraciclismo e voglio ringraziare l’Uci, i vertici della Federazione ciclistica italiana e l’associazione sportiva Giubileo Disabili per la fiducia riposta in noi. Ancora una volta saremo all’altezza della situazione, sia per l’ospitalità, sia per la collaborazione nella parte agonistica, che beneficerà di percorsi sicuri, immersi in scenari mozzafiato».

A Castiglione della Pescaia questa notizia gira da giorni e fra i bene informati, che già si augurano di assistere a una nuova avventura da vivere assieme al beniamino di casa, il cittadino onorario Alex Zanardi, che sta andando avanti incessantemente nel vincere competizioni e stabilire record.

Nei giorni scorsi il bolognese-castiglionese ha disputato due corse ironmen aggiungendo un nuovo primato paralimpico alla sua lunga lista di record. Dopo aver conquistato la maglia iridata nel paraciclismo, all’ironman di Cervia, unica tappa italiana del circuito, Zanardi ha stabilito un nuovo primato del mondo con il tempo di 8 ore e 25 minuti, migliorando di quasi un minuto il suo stesso crono del 2018.

«L’organizzazione della prova di Coppa del Mondo a Castiglione – prosegue Pierpaolo Rotoloni, consigliere comunale delegato allo sport – non potrà fare a meno di avvalersi del prezioso apporto dell’Acot di Castiglione della Pescaia, che recentemente ha eseguito un impeccabile lavoro sulll’ospitalità in occasione del G20s delle spiagge. Assieme a loro, coinvolgeremo tutto quanto l’associazionismo locale e ci sarà indispensabile anche l’apporto di ogni singolo cittadino che vorrà dedicarci delle ore come volontario durante la manifestazione».

La società organizzatrice, unitamente ai tecnici della Federazione, si sono già accordati con il sindaco per effettuare nei prossimi giorni i sopralluoghi sui percorsi, ma tornando all’aspetto organizzativo dell’evento Farnetani entra nello specifico.

«La rappresentativa italiana – rivela il sindacosarà presente a Castiglione della Pescaia già dal mese precedente e stiamo anche pensando di organizzare nel fine settimana che anticiperà questa prova una due giorni dedicata al ciclismo, offrendo la possibilità agli appassionati di poter percorrere assieme agli azzurri e alle altre squadre nazionali presenti al mondiale anche alcuni fra i tratti di strada inseriti di questa competizione. Poi, la sera di sabato 30 maggio, al termine delle gare ci ritroveremo sul lungomare di via Roma, dove alle 23 assisteremo ai fuochi d’artificio piromusicali».

«La prova di Coppa del Mondo paraolimpica – conclude il sindaco Farnetani sarà uno degli eventi clou del cartellone delle Giornate europee dello Sport del 2020, manifestazione ideata dal Comune, giunta alla settima edizione, che sta facendo da traino alle attività economico produttive del territorio nel periodo di bassa stagione».

«Castiglione lo fa a quasi cinque anni di distanza – dichiara soddisfatto Alex Zanardi: percorsi unici, atleti diversi, incombenze sportive importanti. Ma ciò che noi atleti, sono certo, ritroveremo in uno degli angoli più belli del nostro paese e della Maremma, sarà l’accoglienza di tutta la cittadinanza che nel 2014 salutò ogni nostro sforzo con una partecipazione assolutamente unica».

«La prova di Castiglione della Pescaia – aggiunge Zanardisarà il primo esame di un anno importante, pochi giorni prima del Campionato mondiale e a pochi mesi dai Giochi paralimpici di Tokyo».

«Nessun atleta – spiega il cittadino onorario di Castiglione della Pescaiapotrà arrivare impreparato alla gara di fine maggio. Ognuno di noi cercherà di prepararsi al meglio per conseguire il miglior risultato. Questo per la gloria in palio, per avere delle conferme in vista di altre importanti gare imminenti e, non ultimo, per incidere sul ranking mondiale, criterio utile anche a determinare chi si qualificherà per i Giochi di Tokyo».

«La nazionale italiana di Mario Valentini, della quale mi pregio di far parte – continua Zanardi -, ha già mostrato i muscoli in passato e lo farà anche a Castiglione delle Pescaia: nelle ultime edizioni delle Paralimpiadi, grazie ai risultati conseguiti, ha permesso all’Italia di essere la nazione più rappresentata e ci batteremo, sportivamente parlando, per confermarci a questi livelli».

«Tutto ciò detto – tiene a precisare Zanardi, ognuno di noi pedala soprattutto per passione. Poterlo fare tra gli scorci più belli e suggestivi delle strade castiglionesi sarà per tutti un momento di sport particolarmente esaltante e spero, sono certo, che il tifo degli abitanti e dei turisti che popolano la zona a primavera inoltrata si farà sentire».

«Io sono stato adottato in questo bellissimo paese – ricorda Zanardi, addirittura mi è stata conferita la cittadinanza onoraria dal sindaco Giancarlo Farnetani e dalla Giunta tutta, ma dietro quel gesto bellissimo c’è tutto l’affetto che sento quando vado al bar, al negozio della frutta o al supermercato e sento l’affetto delle persone quando giro per strada con la mia handbike e tutti mi salutano riservandomi grandi sorrisi».

«Sono un affamato agonista – conclude Zanardilo sono sempre stato. Eppure, laddove servisse una ragione in più per fare un altro dei miei tentativi migliori, a Castiglione, davanti alla “mia gente” la troverò, non dubitate. Questo posso promettere, dare il massimo nella speranza di vivere assieme ad amici sinceri un’altra bellissima giornata di sport».

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su