AmiataColline MetallifereCronacaFollonicaGrossetoIn evidenza
Trending

Coronavirus: sette nuovi casi in provincia di Grosseto, ricoverato un uomo di 54 anni

Sette nuovi casi positivi al Coronavirus sono stati riscontrati in provincia di Grosseto dalle 14 di ieri, martedì 29 settembre, alle 14 di oggi, mercoledì 30 settembre.

Ecco il dettaglio:

Comune di sorveglianza Grosseto:

  • uomo di 54 anni ricoverato in Malattie infettive dell’ospedale di Grosseto;

Comune di sorveglianza Cinigiano:

  • donna di 21 anni, già in isolamento domiciliare in quanto rientrata dalla Romania, asintomatica;

Comune di sorveglianza Follonica:

  • donna di 58 anni, già in isolamento domiciliare in quanto rientrata dalla Romania, asintomatica;
  • uomo di 76 anni, già in isolamento domiciliare, indagine in corso;

Comune di sorveglianza Roccastrada:

  • donna di 35 anni, già in isolamento domiciliare in quanto rientrata dalla Spagna, asintomatica;
  • uomo di 36 anni, già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dalla Spagna, asintomatico;
  • donna di 64 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, paucisintomatica.

Non si segnalano ad oggi nuovi casi in ambito scolastico.

Il Dipartimento di prevenzione della Asl Toscana Sud Est, in considerazione dei casi emersi in questi giorni in provincia di Grosseto, ha intensificato l’attività di tracciamento dei contatti stretti.

Tale attività ha evidenziato, per il momento, un contatto per i casi di Grosseto, che sono già stati immediatamente posti in isolamento.

Al momento, nella Asl Toscana sud est 1.905 persone sono già in isolamento domiciliare o perché contatto di caso noto o perché provenienti da altri Paesi. I positivi in carico sono 555.

Ci sono 10 ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Misericordia di Grosseto, 11 nel reparto di malattie infettive e 2 in terapia intensiva dell’ospedale San Donato di Arezzo.

L’identificazione dei casi ed il tracciamento dei contatti è stato possibile attraverso l’effettuazione di 2.047 tamponi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button