AmiataCosta d'argentoCronacaGrossetoIn evidenza
Trending

Coronavirus: otto nuovi casi in provincia di Grosseto, positivo anche un bambino di 2 anni

Un uomo di 23 anni è ricoverato all'ospedale Misericordia

Otto nuovi casi positivi al Coronavirus sono stati riscontrati in provincia di Grosseto dalle 14 di ieri, martedì 22 settembre, alle 14 di oggi, mercoledì 23 settembre.

Ecco il dettaglio:

Comune di sorveglianza Grosseto:

  • bambino di 2 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, sintomatico;
  • uomo di 23 anni, ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Grosseto;

Comune di sorveglianza Monte Argentario:

  • donna di 60 anni, già in isolamento domiciliare, indagine in corso;
  • uomo di 45 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico;
  • uomo di 51 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico;
  • donna di 83 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, sintomatica.

Inoltre, i tamponi effettuati agli alunni della scuola di Porto Ercole hanno avuto tutti esito negativo.

Comune di sorveglianza Capalbio:

  • uomo di 60 anni, già in isolamento domiciliare in quanto sintomatico;

Comune di sorveglianza Castel del Piano:

  • uomo di 23 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico.

Il Dipartimento di prevenzione della Asl Toscana Sud Est, in considerazione dei casi emersi in questi giorni in provincia di Grosseto, ha intensificato l’attività di tracciamento dei contatti stretti. Tale attività ha evidenziato per il momento, 6 contatti per i casi della provincia di Grosseto, che sono già stati immediatamente posti in isolamento.

Al momento, nella Asl Toscana sud est 2.124 persone sono già in isolamento domiciliare o perché contatto di caso noto o perché provenienti da altri Paesi. Ci sono 11 ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Misericordia di Grosseto, 12 nel reparto di malattie infettive e 3 in terapia intensiva dell’ospedale San Donato di Arezzo.

L’identificazione dei casi ed il tracciamento dei contatti à stato possibile attraverso l’effettuazione di 2.065 tamponi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button