Colline MetalliferePolitica

Frana del Chiusone, Papini: “Come mai i lavori sono fermi e quando riprenderanno?”

Canzio Papini, consigliere del gruppo di opposizione Il Comune di Tutti, ha presentato una nuova interrogazione al sindaco del Comune di Roccastrada in merito alla questione della frana del Chiusone.

L’interrogazione

Ecco il testo integrale dell’interrogazione:

“Visto l’articolo 43 comma 3 del Tuel: ‘Il Sindaco o gli Assessori all’uopo delegati, rispondono entra 30 giorni alle interrogazioni e ad ogni altra ‘istanza di sindacato ispettivo’ (forma di controllo politico amministrativo) presentata dai Consiglieri’. 

Considerato che in data 25/05/17 abbiamo inoltrato una lettera con richiesta di documentazione per avere più esaurienti ragguagli alla sua risposta del 22/05/17, da noi considerata non esaustiva, alla nostra interrogazione del 24/04/17 inerente alle opere di consolidamento della frana in località Chiusone di Roccastrada, lettera alla quale ad oggi non abbiamo avuto risposta.

Rimarcando come sia di vitale importanza per la stabilità dell’area in questione il corretto funzionamento delle opere di drenaggio sino ad oggi realizzate ed urgentissima la ripresa dei lavori per la conclusione del 3° stralcio funzionale, ormai interrotti da più di un anno, e la messa in atto del monitoraggio dell’area sin qui consolidata per addivenire alla sua riperimetrazione onde dare nuova vita ad una consistente parte dell’abitato di Roccastrada.

Chiediamo nuovamente una documentazione riguardo a: 1) progetto preliminare opere di bonifica e consolidamento della frana del Chiusone (anno 2000) ed ogni documento utile per verificare il passaggio a 4 stralci funzionali, da lei indicati, rispetto ai 6 menzionati nel documento preliminare alla progettazione del 07/11/2016, già in nostro possesso; 2) determina tramite la quale è stato affidato l’incarico al geologo che prevede il monitoraggio della zona interessata dai lavori eseguiti di bonifica e consolidamento; 3) documentazione dalla quale risulti inequivocabilmente quando e con che scadenza da chi è stato verificato il corretto funzionamento delle opere di drenaggio già realizzate ed eventualmente eseguiti lavori di manutenzione; 4) documentazione dalla quale si evinca da che data sono fermi i lavori del 3° stralcio funzionale, a cosa è dovuta questa interruzione, quando si prevede la loro ripresa e la loro ultimazione“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button