Amministrative, Cinelli scende in campo: “Riprendiamo da dove ci hanno interrotto”

Per rispetto alle istituzioni e ai cittadini abbiamo evitato di fare propaganda elettorale in questi mesi: ora gli elettori hanno espresso il loro voto politico e ora, io e la mia squadra, ripartiamo da dove ci hanno bloccati. Ripartiamo da un progetto condiviso che era stato accettato dalla popolazione locale, ripartiamo con la certezza di essere sempre stati trasparenti e leali nei confronti di nostri cittadini e, soprattutto, personalmente riparto sapendo di aver, in buona fede, dato fiducia a persone che poi mi hanno pugnalato alle spalle”.

Sono le parole dell’ex sindaco di Magliano in Toscana Diego Cinelli, che aveva già nei mesi scorsi annunciato la sua volontà di tornare alla guida del Comune e che ora, terminate le consultazioni per il Governo, dichiara di essere pronto a battersi per tornare ad amministrare Magliano.

Anche se i fatti sono noti, tengo a sottolineare due cose – continua Cinelli: la prima è che i consiglieri che si sono dimessi in massa dal loro ruolo non lo hanno fatto all’interno del Consiglio stesso, luogo a dir loro sacro, ma hanno preferito farlo al chiuso in uno studio notarile a Grosseto. Un gesto vile e puerile che credo non abbia bisogno di ulteriori commenti, soprattutto perché fatto da chi si è sempre proclamato paladino delle necessità dei maglianesi. La seconda cosa è che quelle persone le avevo scelte io. Me ne assumo in toto la responsabilità e ammetto l’errore. Farò tesoro dell’esperienza: ho deciso che sceglierò i miei collaboratori con molta più attenzione, nella consapevolezza che quello che intendo realizzare per Magliano non potrò farlo se non con l’aiuto di persone fidate e coerenti”.

“La mia sarà una lista civica aperta a tutte le persone leali e volenterose, che non hanno interessi o obiettivi personali, ma che sono accumunate dalla voglia di dare un futuro, sotto ogni profilo, a questa terra: la nostra terra. Lo farò partendo dalla scelta del nome della mia lista civica, che intendo concordare attraverso un dialogo con i cittadini. Nel corso del mio primo breve e proficuo mandato, bloccato dalle ambizioni di alcuni personaggi, ho promesso a Magliano in Toscana un cambiamento radicale di rotta nella gestione della cosa pubblica. Nella misura in cui ciò mi è stato possibile l’ho fatto, ma molte cose non le ho potute indirizzare come avrei voluto. Sono dunque qui ad impegnarmi, ancora una volta, sapendo di non aver mai remato contro e di aver sempre lavorato solo per il mio Comune. Il mio progetto – conclude Cinelli, che era stato compreso e sottoscritto da molti maglianesi, è stato vigliaccamente interrotto, adesso è il momento di riprenderlo e portarlo a termine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top