Politica

Verso le Regionali, il Pci: “Ecco le prime idee dei candidati maremmani”

Queste sono le prime idee dei ‘magnifici 4’, così come li ha definiti la segreteria del Pci di Grosseto che, con il simbolo del Partito tornato dopo 30 anni sulle schede, si sono messi a disposizione per la sfida elettorale delle regionali non per correre per una poltrona, come affermano collegialmente, ma per dare speranza ai cittadini e ai territori del grossetano“.

A dichiararlo, in un comunicato, è la segreteria del Pci della federazione di Grosseto.

Gabriele Porri, classe 1958, residente a Manciano – continua la nota -. La prima considerazione che Porri fa riguarda il territorio dove vive denunciando l’abbandono delle istituzioni, ed in particolare della Regione Toscana e della Asl, che 5 anni fa avevano promesso una sede distaccata della Casa della Salute mai realizzata. Un servizio che non avrebbe abbandonato i cittadini costretti a frugarsi in tasca e a lunghi spostamenti per trovare risposte ai loro problemi di salute. Se poi ci spostiamo a Pitigliano ci rendiamo conto che l’ospedale sia ormai ridotto ai minimi termini, svuotato di competenze e con professionisti che vengono quando possono o vogliono in quella che più che una Casa della salute pare una struttura con un’etichetta appesa all’esterno“.

Roberta Bozzi, del 1966, grossetana – prosegue il comunicato -. Roberta mette l’attenzione sull’ambiente che continua ad essere trascurato e spesso violentato da politiche e scelte sbagliate sempre più orientate a cementificare e distruggere l’ecosistema. Punta il dito in particolare sull’inceneritore di Scarlino, dove, dopo decenni e un no definitivo del Consiglio di Stato, la Regione prende ancora tempo per valutare altre proposte in attesa forse di mettere in moto i carri armati”.

“Rosalba Fanciulli, del 1959, orbetellana, ma ora residente ad Arcidosso, pone l’attenzione su due aspetti lontani, ma che hanno un comune denominatore: il non governo – spiega il Pci -. Così commenta i lavori di adeguamento dell’Aurelia che, ad ogni tornata, fa da sponda alla politica perché il giorno dopo si farà per poi incagliarsi, passato il voto, nell’incapacità e poca volontà di chi governa. Stessa cosa sull’immigrazione e i flussi di profughi. Da 10 anni, afferma Rosalba, oltre che alle polemiche e alle speculazioni politiche, nulla è stato fatto per dare risposte ai cittadini residenti e a chi arriva nel nostro Paese. Un non governo basato su una politica inerte ed asfittica, sempre più basata sulle disparità sociali che fomenta la lotta tra poveri“.

“Lorenzo Pozzo, del 1981, di Massa Marittima, pone l’attenzione sulle politiche del lavoro e dei giovani, due temi ormai dimenticati da politiche di governi di destra e di falsa sinistra, che hanno prodotto sul nostro territorio una continua emigrazione di giovani verso altre realtà per avere quelle opportunità necessarie a costruire un progetto di vita – termina la nota -. Pozzo fa anche un esempio che potrebbe invertire questa tendenza e parla di pianificare un nuovo piano provinciale dei rifiuti incentrato su una raccolta differenziata spinta ed impianti che siano in grado da una parte di recuperare quanto riciclabile e dall’altra di produrre occupazione e benessere economico elementi necessari per evitare l’abbandono del territorio”.

Queste naturalmente sono naturalmente solo alcune idee dei nostri candidati – afferma Luciano Fedeli, a nome della segreteria provinciale –: c’è molto altro che riguarda scuola, agricoltura, commercio, artigianato, ecc… Dobbiamo cominciare a cambiare e a costruire una prospettiva diversa dalle logiche ormai cronicizzate della destra più radicale e di quella moderata del Pd, che di fatto litigano, ma nella realtà hanno distrutto un tessuto sociale ed economico e quei diritti che proprio il Pci aveva costruito con l’abrogazione dell’articolo 18, il Jobs act, lo smantellamento della sanità pubblica, del welfare e molto altro ancora“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button