AmiataCronacaIn evidenza
Di tendenza

Scompare mentre è alla ricerca di funghi: ritrovato il cadavere

Una notte insonne per volontari e Vigili del Fuoco, che hanno combattuto il freddo amiatino

Aggiornamento ore 11.58: si sono concluse in questo momento le operazioni di ricerca del cercatore di funghi di 78 anni, disperso da ieri sera nei boschi nel comune di Seggiano.

L’uomo è stato individuato, purtroppo senza vita, dal cane dell’Unità cinofila di ricerca in superficie del Soccorso alpino e speleologico della Toscana.

Sul posto il personale del 118 ha effettuato la constatazione del decesso e, dopo il via libera del Magistrato, sono iniziate le operazioni di recupero.

I tecnici del Soccorso alpino toscano, insieme al Soccorso alpino della Guardia di Finanza dall’Abetone hanno, tramite manovre su corda, calato l’uomo dal salto roccioso dove si trovava fino al sentiero.

Da lì hanno proseguito nel bosco con la barella fino al primo punto utile per effettuare il recupero con i mezzi di soccorso.

Intorno alle 19 di ieri, venerdì 30 Settembre, il Soccorso alpino e speleologico della Toscana è stato attivato per un cercatore di funghi disperso nella faggeta nella zona di Capovetra.  L’uomo era uscito con la moglie a cercare funghi, poi si sono divisi e la donna ha perso le tracce del marito.  Non riuscendo a mettersi in contatto con lui ha allertato i soccorsi.

Sul posto si è diretta una squadra di tecnici della Stazione Monte Amiata insieme alle Unità cinofile. I tecnici hanno battuto zone via terra stanotte ed hanno ripreso stamani insieme al cane molecolare, che ha trovato una traccia del disperso.

Sul posto anche Protezione Civile, Carabinieri e Vigili del Fuoco.


Ferdinando Mencarelli è scomparso da ieri, sulle pendici dell’Amiata. L’anziano, uscito per un pomeriggio alla ricerca di funghi, era in compagnia di un suo amico, che per motivi personali aveva interrotto la raccolta e fatto rientro. È stato lui ha dare l’allarme e far scattare così la macchina di ricerca.

La notte non ha portato a risultati.

Una notte insonne per volontari e Vigili del Fuoco, che hanno combattuto il freddo amiatino notturno e la ridotta capacità di visione. Aiutati dai cani, hanno battuto una zona ampia a ridosso di Pescina. L’uomo però non è stato ancora ritrovato e con le luci dell’alba le ricerche sono ripartite, aiutate anche da una maggiore visibilità. Sul posto sono presenti molti volontari arrivati dalla provincia di Grosseto, la Vab e la Cri hanno affiancato la Racchetta AltaMaremma e tutto il personale presente.

“È stata una notte dura e faticosa, ma le ricerche continuano, siamo fiduciosi e dobbiamo esserlo, troveremo Ferdinando”: le parole di un volontario della racchetta a Seggiano.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button