Attualità

Botti di Capodanno, Lav chiede ai sindaci di vietarli

Nell’avvicinarsi del capodanno la LAV ha esortato nei giorni scorsi l’ANCI affinché inviti i primi cittadini a emanare un’ordinanza che vieti l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale. Le esplosioni infatti hanno un effetto estremamente dannoso sugli animali domestici e selvatici, arrivando spesso a causarne la morte.

“Il forte rumore degli scoppi getta gli animali nel panico, causando rischi di fughe nei domestici e terrorizzando i selvatici con conseguenze che possono essere gravissime”, dichiara Giacomo Bottinelli, consigliere nazionale LAV.

Molti comuni in Italia hanno già emesso ordinanze di divieto anche in considerazione della pericolosità per le persone – prosegue Bottinelli – e invitiamo anche i sindaci della provincia di Grosseto a seguire questo esempio. L’appello è esteso a tutta la popolazione, chiedendo di festeggiare il capodanno senza botti, onde prevenire la morte o il ferimento degli animali, come ad esempio gli uccelli che spesso spaventati finiscono per impattare mentre volano all’impazzata, ma sono anche numerosi i cani che per la paura possono fuggire e smarrirsi. Evitare i botti è un segno di civiltà e rispetto che tutela tutti, animali e persone”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button