AttualitàCosta d'argento

La Misericordia celebra la patrona: benedetto il nuovo pullmino per il trasporto dei disabili

L’intensa mattinata ha avuto inizio nella chiesa di Santo Stefano Protomartire con la Messa

Festa grande per la Confraternita di Misericordia di Porto Santo Stefano, domenica 29 novembre. Nel giorno in cui si celebra la patrona, Beata Maria Maddalena dell’Incarnazione, al secolo Caterina Sordini, è stato benedetto il nuovo pulmino dotato di apposita pedana per l’accesso dei non deambulanti, che va ad arricchire il parco mezzi del sodalizio del governatore Roberto Cerulli. E lo stesso Cerulli, nel ringraziare i volontari, si dice soddisfatto per questo ulteriore traguardo raggiunto grazie al’impegno e all’opera di tutti.

L’intensa mattinata ha avuto inizio nella chiesa di Santo Stefano Protomartire con la Messa celebrata dal vescovo Giovanni, durante la quale è stato accolto don Sebastian Palakkattu come co-parroco dell’unità pastorale di Porto Santo Stefano. Alla funzione erano presenti don Sandro, don Antonio, il diacono Mario, le suore dell’Immacolata, i volontari della Misericordia, le autorità cittadine, molti fedeli e rappresentanti delle varie associazioni locale. Il tutto, ovviamente, nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria.

La celebrazione, come accennato, si è conclusa all’esterno della chiesa, di fronte a piazza Anselmi, con la benedizione da parte del vescovo del nuovo pulmino della Misericordia. I capitani dei Rioni, i volontari ed il co-parroco don Sebastian hanno vissuto questo bel momento di solidarietà nei confronti dei cittadini meno fortunati, ai quali ha pensato ancora una volta la Misericordia. Che resta attivissima in questo difficile periodo di pandemia (proprio nei giorni scorsi ha contribuito alla distribuzione delle mascherine), senza trascurare i soccorsi “ordinari” in collaborazione con il 118.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button