Colline del FioraCronaca

Tranciati i cavi della fibra ottica: Internet assente in centro per 15 giorni

Il Comune cerca i responsabili

A Pitigliano sono stati tranciati da ignoti i cavi della fibra ottica in zona Macerie, provocando l’interruzione di internet nel centro storico con disservizi che vanno avanti da diversi giorni.

Un atto grave e incomprensibile che ha causato la sospensione di un pubblico servizio – commenta il sindaco di Pitigliano, Giovanni Gentili, danneggiando una infrastruttura della comunità, che è stata realizzata con soldi pubblici e che ha richiesto ingenti investimenti. Al momento non siamo riusciti a risalire ai responsabili, ma una cosa è certa: non si tratta di un semplice atto vandalico. Secondo i tecnici, infatti, ad intervenire è stata una mano esperta che sapeva come e dove effettuare il taglio, costringendo il centro storico a fare a meno della fibra per ben 15 giorni. I tecnici sono all’opera per riattivare il servizio, ma adesso è importante collaborare tutti per risalire ai colpevoli. Invitiamo pertanto anche i cittadini che avessero notato dei movimenti sospetti, a farlo presente alla Polizia municipale. Un gesto simile è intollerabile, soprattutto se si pensa che con queste azioni non si va a colpire tanto il Comune o la Regione, quanto piuttosto i cittadini che nel quotidiano utilizzano la rete per motivi di studio, di lavoro e di comunicazione.

“C’è anche chi ha fatto disinformazione nei giorni scorsi – prosegue il sindaco –, sostenendo che la fibra a Pitigliano non è arrivata. Anche queste notizie false finiscono per danneggiare la comunità. E’ importante ribadire che la fibra a Pitigliano c’è e funziona, garantendo in paese internet veloce, con una navigazione che va dai 300 agli 800 mega. E ci sono stati i primi allacci. Internet veloce è essenziale per garantire pari opportunità di accesso alle informazioni, per migliorare la qualità della vita dei cittadini, per il lavoro e per rendere ancora più appetibile Pitigliano dal punto di vista turistico”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button