Pubblicato il: 8 Luglio 2019 alle 18:53

Colline Metallifere

Atti vandalici alle case fuori dalla discoteca: il Comune aumenta i controlli

I cittadini hanno fatto presente ai vertici dell’amministrazione comunale di aver subito una serie di atti vandalici

Il sindaco di Scarlino Francesca Travison ha incontrato i proprietari della discoteca Tartana del Puntone e il comandante della Polizia municipale per trovare una soluzione alle problematiche segnalate dai residenti della frazione al momento della chiusura del locale notturno.

I cittadini hanno fatto presente ai vertici dell’amministrazione comunale di aver subito una serie di atti vandalici messi a segno nel corso delle notti di apertura del locale.

«Ho riscontrato piena collaborazione da parte dei proprietari della discoteca – spiega il sindaco Travison –, che hanno garantito la presenza di due nuovi addetti alla sicurezza all’ingresso della strada di Portiglioni».

Ciò impedirà l’accesso di malintenzionati nel quartiere residenziale del Puntone e il passaggio delle auto da quel percorso che spesso, per evitare possibili posti di blocco, viene utilizzato per andare via dalla discoteca. Altra novità riguarda la pattuglia della Polizia municipale: gli agenti saranno presenti anche al momento della chiusura del locale, intorno alle 4, per vigilare sui comportamenti tenuti dai clienti.

«Intanto – continua il sindaco di Scarlino – abbiamo pianificato due interventi che pensiamo possano funzionare da deterrenti per scongiurare altri atti vandalici, ma intenzione dell’amministrazione è quella di dotare la frazione anche di un sistema di videosorveglianza, così da dare un’ulteriore risposta alla cittadinanza che da tempo chiede interventi volti a aumentare la sicurezza del Puntone. C’è un progetto avviato che appunto riguarda l’installazione di telecamere che comprende anche la frazione del Puntone, tra l’altro a quanto risulta già finanziato almeno in parte. Ho dato mandato ai funzionari comunali di verificare lo stato di fatto di quel progetto e, appena avrò le informazioni necessarie, ne darò comunicazione alla cittadinanza».

In questi giorni poi il sindaco Travison ha iniziato a lavorare per dotare anche Scarlino del sistema di controllo delle targhe, Targamanent, già avviato con successo dal Comune di Grosseto.

«Un altro obiettivo che vogliamo raggiungere in tempi brevi – continua il primo cittadino –. Abbiamo chiesto supporto al sindaco del capoluogo Antonfrancesco Vivarelli Colonna e all’assessore alla sicurezza di Grosseto, Fausto Turbanti, che si sono subito resi disponibili».

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su