Cultura & SpettacoliGrosseto

“Aspettando il teatro”: alla Chelliana si parla di Bertolt Brecht e “Madre Courage”

Sabato 14 dicembre, alle 17.30, nella biblioteca di via Mazzini 36 si parlerà di uno degli autori più importanti del Novecento

Torna alla Chelliana “Aspettando il teatro“, l’iniziativa di approfondimento che anticipa alcuni spettacoli della stagione teatrale 2019/2020.

Sabato 14 dicembre, alle 17.30, nella biblioteca di via Mazzini 36 si parlerà di uno degli autori più importanti del Novecento, Bertolt Brecht, e di cosa comportava fare teatro durante il nazismo. L’appuntamento anticipa la rappresentazione “Madre Courage” in programma venerdì 20 e in replica sabato 21 dicembre al teatro degli Industri.

Federico Guerri, attore e drammaturgo cui è affidata la rassegna, parlerà della vita dello scrittore e delle sue peripezie, raccontando del suo pellegrinaggio in fuga dagli orrori della Grande guerra. Lo farà attraverso delle letture tratte dai capolavori brechtiani: dall’atto unico ‘La moglie ebrea’ fino al rapporto sul nazismo che Brecht consegnò alla Commissione per le attività anti-americane nel 1947.

Grazie ai reading di Guerri il pubblico sarà guidato verso la contestualizzazione e la scoperta di uno dei testi (e degli autori) più visionari del teatro del secolo scorso. Composto alla vigilia della seconda Guerra mondiale, ‘Madre Courage’ celebra le più profonde e disperate contraddizioni umane: la protagonista del testo brechtiano, Madre Courage, interpretata dall’attrice Maria Paiato, si troverà a dover lottare per difendere i propri figli dal demone della guerra, mostro dalla quale lei stessa trae guadagno. La donna si procura da vivere infatti vendendo la propria merce nei territori coinvolti dal conflitto, attività che le porta buoni affari visto che i soldati sono gli unici che hanno i soldi necessari per comprare i suoi prodotti.

L’incontro alla Chelliana è promosso dalla biblioteca comunale e dai Teatri di Grosseto. L’ingresso è gratuito.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button