Pubblicato il: 5 Gennaio 2017 alle 14:10

AmiataCronacaIn evidenza

Non gradisce il pranzo di Natale, picchia la madre e le rompe tre costole: giovane in manette

I Carabinieri della Compagnia di Pitigliano hanno arrestato un ventottenne di Arcidosso, che la vigilia di Natale aveva picchiato la madre rompendole tre costole.

Il ragazzo, già noto alle Forze dell’Ordine, durante il pranzo della vigilia di Natale non aveva gradito alcuni piatti cucinati dalla donna.

Il giovane ha così pensato di far pagare alla madre quell’errore ai fornelli, tenendola con sé in casa per una lunghissima ora.

L’aggressione

Durante quel lasso di tempo si è scatenato l’inferno per la povera donna, incappata nelle grinfie del figlio pregiudicato e tossicodipendente.

A nulla sono valse le parole della madre, che lo implorava di calmarsi. Una pioggia di minacce, insulti e botte, che il figlio ha continuato a sferrare per un’ora verso la madre.

Approfittando di una distrazione del suo aguzzino, assalita dai forti dolori, la donna è riuscita a scappare di casa per chiedere aiuto.

Un’ambulanza l’ha accompagnata in ospedale, dove i medici si sono accorti che quell’ora di agonia provocata dal ragazzo aveva procurato alla madre la frattura di tre costole.

L’arresto

I Carabinieri della Tenenza di Arcidosso hanno voluto vederci chiaro su quelle lesioni. I militari dellArma hanno parlato a lungo con la donna, che ha così trovato il coraggio di denunciare il figlio.

Così, ieri Carabinieri hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Autorità Giudiziaria di Grosseto, arrestando il pregiudicato, che è stato rinchiuso nel carcere di Grosseto.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su