Si aggirano con fare sospetto nel cortile di uno stabile: arrestati due spacciatori

Nel corso della scorsa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Grosseto hanno tratto in arresto due tunisini, irregolari sul territorio nazionale e gravati da precedenti penali e di polizia, responsabili dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nel corso di un servizio volto alla repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti operato in via Clodia, i militari hanno notato due soggetto che con fare sospetto si aggiravano nel cortile di uno stabile. Al fine di verificare il motivo della loro presenza sul posto i Carabinieri si si sono avvicinati ai soggetti intimando loro l’alt per identificarli. Uno dei due, per evitare il controllo e tentare la fuga, ha lanciato contro i Carabinieri una bottiglia di acqua piena, colpendo in viso uno dei militari. Nonostante il tentativo di fuga i soggetti sono stati comunque bloccati e sottoposti a perquisizione personale, all’esito della quale sono stati trovati in possesso di 29 dosi di eroina e della somma contante di 235 euro. Uno dei soggetti, al fine di eludere il controllo, ha tentato inoltre tentato di ingerire lo stupefacente, non riuscendovi grazie all’immediato intervento dei militari.
Lo stupefacente rinvenuto, che se immesso sul mercato avrebbe garantito agli spacciatori un guadagno superiore ai mille euro, è stato sottoposto a sequestro così come la somma di denaro rinvenuta.
I due arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Grosseto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top