Pubblicato il: 22 Agosto 2019 alle 17:15

CronacaIn evidenza
Popolari

“Operazione Blu Maremma”: numerosi arresti per droga, sequestrati hashish e cocaina

Sono ancora fattivamente ricercati quattro cittadini del Marocco

Oggi, nella prima mattinata, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Grosseto hanno eseguito, con la collaborazione delle Squadre Mobili di Brescia e di Monza Brianza, di agenti del Reparto Prevenzione Crimine Toscana e di un’unità cinofila della Guardia di Finanza di Grosseto, su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo maremmano, cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Grosseto nei confronti di cittadini del Marocco ed un’ordinanza di divieto di dimora in Toscana nei confronti di un altro cittadino marocchino, nonché numerosi decreti di perquisizione, in quanto tutti gli indagati sono indiziati dei reati di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sono ancora fattivamente ricercati quattro cittadini del Marocco, di cui tre destinatari della misura cautelare della custodia in carcere ed uno destinatario di un’ordinanza di divieto di dimora in Toscana.

L’ordinanza cautelare è stata emessa al termine di indagini avviate nel 2016 dalla Squadra Mobile della Questura di Grosseto, con il raccordo investigativo della Direzione centrale dei servizi antidroga, e coordinate dalla Procura della Repubblica di Grosseto, in relazione ad una fiorente attività di spaccio di cocaina e hashish messa in atto nel capoluogo maremmano ed in provincia.

L’attività investigativa, denominata “Operazione Blu Maremma”, ha consentito di raccogliere utili elementi probatori in ordine alle attività illecite per un periodo compreso tra gennaio 2015 ed aprile 2018 consistenti anche in numerose cessioni di hashish per quantitativi anche pari ad un chilo a settimana, oltre ad una continua e costante attività di cessione al dettaglio sia di hashish sia di cocaina.

Al fine di comprendere, almeno in parte, il volume d’affari del gruppo criminale, è necessario evidenziare che, nel corso delle indagini, è emerso che due acquirenti, in quanto consumatori di cocaina, in un periodo di 16 mesi, hanno effettuato acquisti di questa droga per una somma corrispondente, complessivamente, a quarantasettemila euro.

Durante le attività investigative, che hanno consentito anche di individuare dei depositi di droga, nascosta sia sotto terra sia sotto il pietrisco della massicciata ferroviaria della linea Tirrenica, sono stati complessivamente sequestrati 6,5 chili di hashish, oltre a 15,6 grammi di cocaina, e sono state arrestate, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, quattro persone, trovate in possesso di hashish acquistata da persone magrebine sottoposte in data oggi ad un provvedimento restrittivo in carcere, ed un cittadino del Marocco che è stato bloccato mentre portava in provincia di Grosseto circa 3 chili di hashish.

Nel corso dell’attività investigativa è emerso, inoltre, che, una delle persone incarcerate, ha effettuato delle cessioni di cocaina ad una ragazza tossicodipendente anche in cambio di rapporti sessuali.

Complessivamente sono indagati, a seguito delle indagini svolte, 15 cittadini del Marocco. Le persone arrestate sono state rinchiuse nel carcere di Grosseto; ad uno degli indagati il provvedimento della misura cautelare della custodia in carcere è stato notificato nel carcere di Siena, dove sta scontando la pena per un altro reato.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su