Pubblicato il: 3 Ottobre 2012 alle 8:10

CronacaIn evidenza

Arrestata coppia di spacciatori nella campagna intorno a Giuncarico

Rifornivano i clienti accompagnandoli personalmente in prossimità del nascondiglio in cui erano soliti celare gli stupefacenti, ma due giorni fa sono finiti in manette dopo un blitz degli uomini della Questura.

E’ quanto accaduto ad un tunisino di 26 anni, clandestino con alle spalle alcuni precedenti per spaccio di droga a Lucca e Pisa, e una donna di 23 anni, nata ad Orbetello e residente ad Albinia, incensurata e fidanzata con il nordafricano.

Tramite una serie di indagini, gli agenti della sezione “Narcotici” avevano accertato che la coppia si incontrava con i clienti in alcune zone di Grosseto, fra cui la stazione ferroviaria, e che accompagnava gli stessi a bordo di un’auto in una zona di campagna in località Castellaccia, in prossimità di Giuncarico, per consegnare la droga abilmente nascosta sotto la fitta vegetazione.

Lunedì scorso, la Squadra Mobile della Questura, coordinata da Armando Buccini, ha deciso di cogliere con le mani nel sacco i due fidanzati ed ha fatto scattare l’operazione in collaborazione con i colleghi della Squadra Volanti, diretta da Mascia Mazzantini.

I poliziotti sono arrivati nella campagna di Giuncarico e si sono appostati in mezzo alla fitta vegetazione, sdraiandosi dietro ad alcuni arbusti e aspettando pazientemente l’arrivo della coppia.

Poco dopo mezzanotte, è arrivata un’auto con tre persone a bordo: il tunisino, la sua fidanzata ed un potenziale cliente, un grossetano di 25 anni. Il nordafricano è sceso e si è avvicinato ad un passaggio a livello senza barriere, illuminando il percorso con il display del cellulare. Ad un certo punto, si è chinato per terra per prendere tre bustine, nascoste sotto alcuni sassi, in cui erano contenuti gli stupefacenti.

Una volta tornato alla macchina, un passeggero ha preso in mano alcune banconote per pagare le dosi di droga, ma a quel punto è scattato il blitz degli agenti.

Trovatosi di fronte alle forze dell’ordine, il nordafricano ha gettato via la droga e poi è stato bloccato dai militari.

I poliziotti hanno recuperato immediatamente gli stupefacenti: due piccoli involucri termosaldati e una palletta di eroina, per un totale di 12,6 grammi.

Inoltre, addosso al tunisino sono stati trovati 190 euro, mentre la sua fidanzata era in possesso di 500 euro.

La coppia è stata arrestata per detenzione e spaccio di stupefacenti: il tunisino è stato portato nel carcere di Grosseto, mentre la ragazza è stata messa agli arresti domiciliari.

Stamani è arrivata la convalida degli arresti da parte del Gip Marco Bilisari: il nordafricano resta in carcere, mentre per la fidanzata è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza con permanenza in casa negli orari notturni.

Tag
Mostra di più

Un commento

  1. Altro plauso alle forze dell’ordine per il loro prezioso lavoro contro il traffico e lo spaccio di droga che, purtroppo, in Maremma ha assunto volumi stratosferici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su