Attualità

Periti industriali: un grossetano ai vertici dell’Ente di previdenza

Andrea Pastorelli, perito industriale libero professionista di Grosseto, è stato rieletto nel Consiglio d’indirizzo generale nazionale dell’Eppi, l’Ente di previdenza dei periti industriali, per il quadriennio 2022-2026.

Nelle elezioni per il rinnovo degli organi direttivi, che hanno visto la partecipazione a livello nazionale del 68% dei periti industriali iscritti alla Cassa, Pastorelli ha ricevuto 1134 preferenze.

Questa riconferma è un risultato molto soddisfacente – afferma Pastorelli –, che arriva al termine di una campagna elettorale particolarmente aspra e combattuta, ma che rappresenta un segno evidente e tangibile che il lavoro svolto nel mandato appena concluso è stato apprezzato dalla maggioranza dei votanti”.

Un ruolo di responsabilità, quello ricoperto da Pastorelli, che richiede onestà e grande senso del dovere, perché avrà il non semplice compito, unitamente agli altri colleghi, di occuparsi della definizione delle politiche previdenziali ed assistenziali per gli oltre 18mila periti industriali italiani tra professionisti in attività e pensionati, oltre che della definizione dei criteri di investimento delle risorse patrimoniali dell’Ente di previdenza, frutto del risparmio previdenziale degli iscritti, che ammontano al 31.12.2021 a 1,7 miliardi di euro.

Alla riconferma del prestigioso incarico si è aggiunta per Pastorelli, nella seduta di insediamento tenutasi lo scorso primo giugno, la nomina da parte dei 16 componenti del Consiglio a vicecoordinatore nazionale.

La nomina a vicecoordinatore è un ulteriore motivo di soddisfazione a dimostrazione che, attraverso l’impegno ed il lavoro, pur partendo da un piccolo collegio provinciale come quello di Grosseto, è possibile farsi apprezzare anche a livello nazionale. Un ringraziamento particolare – conclude Pastorellilo devo al presidente del Collegio dei periti industriali di Grosseto Maurizio Ferri e a tutto il consiglio direttivo provinciale per il sostegno ricevuto nel raggiungimento di questo risultato, che rappresenta una vittoria per tutti i periti industriali grossetani”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button