Colline MetalliferePolitica

Attraversamenti pedonali, Maule: “Querci non capisce il senso della nostra mozione”

“Il recente comunicato stampa del capogruppo Giulio Querci ha quasi il sapore del miracolo di Natale. Dopo un doveroso silenzio di mesi e mesi, ecco che il piddino torna ad aprire bocca; non che ci fosse mancato, ma ovviamente ci fa piacere che dedichi il suo tempo a parlare di noi. D’altronde la paura gioca brutti scherzi”.

A dichiararlo, in un comunicato, è Andrea Maule, capogruppo di Centrodestra Gavorrano nel Consiglio comunale del paese maremmano.

“Come consuetudine il Querci parla di argomenti che non conosce o dei quali pare che ci abbia capito davvero poco – continua la nota -. Più o meno come fece ai tempi del gazebo di Ravi, quando si schierò a spada tratta in difesa della sua collega consigliera ravigiana (il nostro gruppo consiliare, a suo dire, non aveva capito un tubo sulla presunta legittimità del gazebo… già!). Ebbene, caro capogruppo, vale la pena ricordarti che la nostra mozione sugli attraversamenti pedonali rialzati ha una valenza politica e non tecnica. Con una mozione, ma dovresti saperlo dopo vent’anni di Consigli comunali, si indica un indirizzo politico, al quale poi devono fare seguito i tecnici nell’ambito delle loro competenze. I riferimenti normativi, che non hai capito, ma che hai solo riportato dal parere della Provincia, non sono una competenza di chi in una mozione elargisce un indirizzo politico. Non è da meno il tuo riferimento al bilancio: confusionale e fuori luogo. Dovresti sapere che il bilancio è fatto di voci ‘vincolate’ e voci ‘libere’. Le sanzioni per violazione del Codice della strada sono ‘vincolate’, e ciò vuol dire che devono essere reinvestite per la sola sicurezza stradale (inclusi gli attraversamenti pedonali rialzati). Almeno questo lo avevi capito? No, altrimenti non avresti citato l’annosa sentenza, che non può essere pagata con i soldi delle infrazioni per Codice della strada”.

“Abbiamo così provato a spiegarti, ancora una volta, il senso della nostra mozione. Difficilmente l’avrai capita però. Anche perché lo strumento della mozione tu l’hai utilizzato, in questi quasi cinque anni, per cose ben più ‘importanti’ rispetto ai banali e stupidi attraversamenti pedonali – termina il comunicato -. Vale la pena ricordare la tua mozione, con la quale impegnavi il Comune a modifica la modulistica per l’occupazione del suolo pubblico: grazie a te oggi a Gavorrano chi occupa il suolo pubblico deve anche auto dichiarare di non essere fascista. Ecco, questi sì che sono i veri problemi del nostro territorio… chapeau”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button