Costa d'argentoPolitica

Esclusione Chiavetta, Casamenti: “Le regole vanno rispettate, con la democrazia non si gioca”

“Relativamente all’esclusione della lista Chiavetta, questa sarà la prima e l’ultima volta che interverrò sull’argomento dato che la sentenza del Tar, prima, e del Consiglio di Stato, dopo, hanno chiarito senza ombra di dubbio e in modo inequivocabile il clamoroso errore nella presentazione della lista, con il mancato rispetto di alcune regole e disposizioni fondamentali che ormai sono in vigore da decenni”.

A dichiararlo è il sindaco di Orbetello, Andrea Casamenti, e candidato alle prossime elezioni amministrative.

“In queste due settimane, per assoluto rispetto della procedura in corso al Tar e poi al Consiglio di Stato, non sono e non siamo mai intervenuti sulla vicenda – continua Casamenti -. Per circa due settimane si è parlato solo di una graffetta togliendo spazio a programmi e indirizzi per risolvere le problematiche a cuore dei cittadini. C’è stato chi ha tirato in ballo la democrazia, chi ha ingiustificatamente tirato in ballo il segretario comunale che aveva fatto solo il proprio lavoro, chi ha fatto accesso agli atti delle altre liste per vedere se era tutto regolare, chi ha chiesto anche solidarietà dopo aver fatto affermazioni molto pesanti. Il momento della presentazione delle liste è il momento più delicato che esista nel periodo di elezioni; bisogna fare molta attenzione a chi si delega, avere unità e compattezza nella coalizione con un’organizzazione ben strutturata e comunque sempre seguire anche in prima persona come candidato a sindaco il tutto; nei decenni migliaia di liste sono state escluse in tutta Italia e la democrazia esiste grazie al rispetto delle regole esistenti, belle o brutte, superate o meno, che vanno rispettate sempre; non si può giocare con il termine democrazia e interpretarlo a favore della propria visione di parte in un dato momento“.

“Essere molto delusi ed amareggiati è normale e legittimo, ma quando si commettono questi clamorosi errori bisogna guardare solo e soltanto in casa propria per capire cosa non ha funzionato e farsi un esame di coscienza. Questo capitolo si chiude ed ora dobbiamo pensare esclusivamente ai programmi, alle problematiche dei cittadini da risolvere, ad un’emergenza covid che ancora non è superata. Come lista Patto per il Futuro non ci siamo mai fermati e non abbiamo mai perso tempo a guardare cosa facevano gli altri perché siamo sempre stati consapevoli della nostra forza e di quello che abbiamo realizzato in questi cinque anni di legislatura; per questo motivo andiamo avanti uniti e compatti come siamo sempre stati per proseguire un lavoro di rilancio del nostro Comune iniziato cinque anni fa – termina Casamenti. Possiamo sicuramente essere il punto di riferimento di tanti cittadini che oggi sono rimasti orfani di una loro rappresentanza; ci ripresentiamo per rappresentare tutti i cittadini e non solo una parte di essi. Per questo chiediamo un voto forte sulla nostra lista Patto per il Futuro. Ora scriviamo il futuro“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button