FollonicaPolitica

Rigenerazione sociale, Benini: “Bene finanziamento Regione, la città sarà più sicura”

Andrea Benini, candidato sindaco del centrosinistra al Comune di Follonica, commenta il finanziamento stanziato dalla Regione

Siamo felici di apprendere del finanziamento arrivato dalla Regione Toscana per la rigenerazione sociale urbana, che è andato a coprire la quasi totalità della somma che abbiamo richiesto nel nostro progetto“.

Andrea Benini, candidato sindaco del centrosinistra al Comune di Follonica, commenta il finanziamento stanziato dalla Regione.

“Grazie all’impegno della nostra amministrazione, che nei pochi mesi di mandato si è messa al lavoro per intercettare finanziamenti di vario tipo, Follonica ha ricevuto un contributo di 7mila 200 euro per un’altra parte di riqualificazione dell’area dell’ex Ilva, che rientra, in pieno, nella nostra logica di attività per favorire la sicurezza cittadina – spiega Benini -. Crediamo, infatti, che oltre a promuovere azioni di monitoraggio e sorveglianza, come l’installazione di telecamere, che comunque abbiamo incessantemente portato avanti in questi anni, uno degli elementi fondamentali per dare vita a una città sicura sia l’animazione sociale e il presidio del territorio: far vivere i luoghi, attrarre persone che lì si possano incontrare e promuovere attività sia il primo presidio per scoraggiare utilizzi impropri degli spazi e contrastare il degrado“.

“Il contributo ottenuto dalla Regione Toscana, che copre la totalità della somma richiesta accanto al cofinanziamento dell’ente di 8mila euro, andrà a dare vita alle attività del centro di documentazione ‘Tognarini’ che, con questo intervento, rimarrà aperto tutti i giorni come aula studio per gli studenti universitari, creando anche dei collegamenti con il MaDi, il magazzino delle idee, ma anche con le attività della biblioteca comunale, della scuola e del centro Spazi ragazzi. Quella zona dell’ex Ilva, infatti, nonostante la riqualificazione delle strutture avvenuta con il progetto che ha permesso la realizzazione dei murales, è ancora da migliorare e crediamo che non ci sia niente di meglio della vivacità data dalla frequentazione dei luoghi, per contrastare l’abbandono di luoghi che ancora, purtroppo, sono di proprietà demaniale – termina Beninie che il Comune gestisce in concessione“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button