Home Amiata Servizi digitali gratuiti per tutti: quattro punti di assistenza in paese e nelle frazioni

Servizi digitali gratuiti per tutti: quattro punti di assistenza in paese e nelle frazioni

Il sindaco Marini: "La transizione digitale non è uno slogan, ma migliora i servizi ai cittadini"

di Redazione
0 commento 69 views

Indice dei contenuti

Arcidosso (Grosseto). Dopo alcuni giorni di rodaggio, in cui gli operatori hanno preso confidenza con gli spazi e le attrezzature hardware e software messe a disposizione dal Comune di Arcidosso e dalle associazioni partner, sono partiti ufficialmente i quattro “Punti digitale facile”,  a cui a breve si aggiungerà anche un quinto.

Si tratta di sportelli aperti al pubblico che offrono un servizio gratuito di assistenza ed alfabetizzazione digitale a quei cittadini che non hanno dimestichezza con le tecnologie informatiche (o che più semplicemente non ne hanno i mezzi) e che trovano quindi grandi difficoltà ad interagire e rapportarsi non solo con la Pubblica Amministrazione, ma anche con soggetti privati, in particolare concessionari di pubblici servizi, che sempre più spesso utilizzano gli strumenti online come canale privilegiato, se non addirittura esclusivo, di comunicazione con gli utenti.

Il bando

Il Comune ha infatti vinto a fine 2023 un bando regionale per 60.000 euro, a valere sui fondi Pnrr, per la realizzazione di centri di facilitazione digitale, con l’obiettivo di raggiungere un target di almeno 400 cittadini (il 10% della popolazione residente) entro la fine del 2025, a cui fornire assistenza ed informazione sull’utilizzo delle nuove tecnologie. Per gestire gli sportelli, sia nel capoluogo che nelle frazioni, è stata realizzata una partnership con l’associazione Arci, circolo la Brizza. e l’associazione L’Aquilaia.

Al momento sono quindi operativi i seguenti  “punti digitale facile”:

  • Arcidosso, nella struttura polivalente Nido di Fate, in via Tibet, ogni lunedì. martedì, giovedì e sabato dalle 9.00 alle 13.00, il mercoledì e il venerdì dalle 15.00 alle 19.00;
  • Montelaterone, al circolo Arci la Brizza, dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 19.00;
  • Stribugliano, al Centro anziani, in via Provinciale, ogni lunedì, giovedì e venerdì dalle 9.00 alle 19.00, mentre il martedì dalle 15.00 alle 19.00;
  • Salaiola, all’associazione L’Aquilaia, in piazzetta Monte Labbro, ogni mercoledì dalle 15.00 alle 19.00 e sabato dalle 9.00 alle 13.00.

In previsione c’è anche l’apertura di un quinto sportello a servizio delle frazioni di Macchie e Zancona. Le frazioni di Bagnoli e San Lorenzo, vista la prossimità con il capoluogo, sono state accorpate al punto digitale di Arcidosso.

I servizi

Il catalogo dei servizi offerti dai punti di facilitazione digitale è molto ampio, si va dai principali certificati anagrafici ai servizi scolastici (mensa, refezione, iscrizione asili nido), dalla Bottega della salute (prenotazione di visite mediche, fascicolo sanitario, scelta del medico di base, attivazione della tessera sanitaria, ecc.) ai servizi per l’impiego (consultazione banche date domanda/offerta lavoro, assistenza alla compilazione del Curriculum Vitae, ecc.), dall’attivazione dell’identità digitale (Spid) alla prenotazione di appuntamenti con gli uffici comunali e tanti altri.

Per il sindaco Jacopo Marinila transizione digitale è una svolta epocale alla quale la nostra amministrazione intende rispondere con fatti concreti, andando ad attivare sportelli di assistenza a quei cittadini che possono incontrare maggiori difficoltà con le nuove tecnologie informatiche, rischiando quindi di rimanere esclusi da molti servizi che possono essere tranquillamente soddisfatti senza doversi spostare. Con questi centri riusciamo a dare una triplice risposta, la prima perché alleggeriamo sicuramente una parte dei nostri uffici al pubblico di una mole di lavoro che può essere dirottata sul digitale, dall’altra perché avviciniamo l’amministrazione alle frazioni più lontane, evitando quindi ai cittadini di venire nel capoluogo solo per dei moduli o certificati. La terza risposta riguarda infine la possibilità di aumentare il grado di alfabetizzazione digitale della nostra comunità, con indubbi benefici e ricadute positive sulla qualità della vita del territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy