Home Amiata Insulta i Carabinieri impegnati a controllare i green pass in un locale: denunciato

Insulta i Carabinieri impegnati a controllare i green pass in un locale: denunciato

di Redazione
0 commento 13 views

Ieri, i carabinieri della Tenenza di Arcidosso hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Grosseto un 30enne di nazionalità rumena, residente nei dintorni del paese amiatino, per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.

Il giovane era seduto ad un tavolino di un bar di Castel del Piano, dove l’affluenza era considerevole anche perchè era un giorno di festa, quando, nelle prime ore della sera, i Carabinieri hanno fatto un’ispezione all’interno del locale, con lo scopo di verificare il rispetto delle ultime disposizioni governative in tema di green pass.

E’ ormai noto, infatti, che, in un contesto del genere, corrono obblighi specifici, specie nei confronti di chi gestisce il locale, in tema di possesso della certificazione verde.

I militari hanno quindi dapprima identificato e controllato il gestore ed un dipendente del bar, procedendo poi a verificare, tavolo per tavolo, che ognuno fosse in possesso della prevista certificazione. E’ stato in questa fase che il trentenne, senza alcun motivo che potesse dare un senso al suo comportamento, ha iniziato ad inveire contro i militari, inizialmente anche dichiarando ad alta voce di non essere intenzionato a mostrare nulla, lasciando quindi intendere che probabilmente si sarebbe opposto anche alle procedure di ordinaria identificazione.

In realtà così non è stato: l’uomo, alla richiesta dei militari, ha fornito i propri documenti e, come tutti gli altri clienti, ha mostrato il proprio green pass. Il tutto ha avuto esito regolare, ovvero la persona era perfettamente in regola, come del resto tutti gli altri clienti, compresi gestore e dipendente.

Non rilevando altro, i militari hanno quindi contestato allo straniero il reato previsto dall’articolo 341 bis del codice penale, avendo offeso  Carabinieri nello svolgimento delle loro funzioni ed in presenza di più persone. Il giovane dovrà rispondere di oltraggio a pubblico ufficiale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy