Home Amiata La “Sedia elettrica” di Andy Warhol in esposizione nella Sala Consiliare di Castell’Azzara

La “Sedia elettrica” di Andy Warhol in esposizione nella Sala Consiliare di Castell’Azzara

di Cristina Zammataro
0 commento 91 views

Electric  Chair”, l’opera di grande impatto emotivo di Andy Warhol contro la pena di  morte, è visibile nella Sala consiliare del Comune di Castell’Azzara. La “Sedia elettrica” fa parte della mostra “Ordinary  World-Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks – Keith Haring, Paolo  Buggiani and the Subway drawings“, che è ospitata all’interno della Villa  Sforzesca, nelle immediate vicinanze del paese amiatino.

Per problemi  tecnico-logistici, è stato tuttavia impossibile collocare il lavoro del grande  artista americano insieme alle altre opere e così la Provincia di Grosseto ed il Comune di Castell’Azzara hanno optato per esporre l’Electric Chair  nella sala del consiglio.
Potrebbe  essere facile fare dell’ironia gratuita su questa scelta – commenta Cinzia  Tacconi, assessore provinciale alla Cultura – specialmente in un periodo di  grandi difficoltà come quello che stanno attraversando gli enti locali. Ecco,  allora, che la scelta obbligata diventa una volontà di valorizzazione estrema. Il messaggio che vogliamo dare è, infatti, esattamente opposto: la cultura e,  in particolare, l’arte può essere un elemento salvifico soprattutto per i Comuni  e per quelle comunità geograficamente marginali, colpite dalla rarefazione  demografica e dalla lontananza dai centri più vitali. Mostrare la sedia  elettrica del più grande esponetene mondiale della pop art nella sala consiliare di Castell’Azzara vuol dire eliminare la periferia culturale e  celebrare la vita”.
L’opera  sarà visibile negli orari consueti di apertura al pubblico del Palazzo  Comunale: tutte le mattine dal lunedì al venerdì e nei pomeriggi di martedì e  giovedì, fino al 4 novembre.

Inoltre, la Rete museale della Provincia di Grosseto, nell’ambito della mostra “Ordinary World: Warhol/ Psaier/ Haring/ Buggiani”, organizza alla Villa Sforzesca di Castell’Azzara, sabato 15 settembre ore 21.30, il  racconto scenico “Warhol & Haring tra mito, finzione e realtà”  a cura di Maurizio Vanni, con la partecipazione di Cataldo Russo (attore), Ilaria Favali (attrice) e Giuseppina Tazioli (psicologa). L’ingresso è gratuito

Domenica 16 settembre, invece, avrà luogo la performance teatrale “Bye Baby Suite”, la rappresentazione che racconta la vita misteriosa di Marilyn Monroe, pochi spettatori nello spazio intimo di una camera d’albergo a spiare l’intimità più scomoda della grande diva.

Interpretazione e regia di Alessia Innocenti , testi di Chiara Guarducci.

Il primo spettacolo si terrà alle 20.00, il secondo spettacolo alle 21.15

Ingresso € 8, prenotazione al n. 0564.951038 int. 4 – 0564.951251

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy