Ex Sitoco, i 5 Stelle: “Le nuove analisi devono essere fatte da Arpat, Comune superficiale”

Leggendo un articolo di stampa si viene al corrente che la proprietà privata della ex Sitoco svolgerà ulteriori e nuove analisi sull’ambiente di cui è proprietaria. E tutto ciò con la benedizione del sindaco di Orbetello”.

A dichiararlo è Alfredo Velasco, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Orbetello.

“Abbiamo invitato a far ripetere estendendole, con nuove ed ulteriori accertamenti, le analisi dell’ambiente ex Sitoco da Arpat, postando su Facebook quanto segue – spiega Velasco -:

‘Personalmente penso che la questione ambientale della ex Sitoco non debba essere valutata con le ulteriori o nuove valutazioni da parte della proprietà. Ma con ulteriori e nuove valutazioni da parte di Arpat. Se da parte della amministrazione comunale vi è disponibilità a considerare le nuove valutazioni della proprietà, a maggior ragione, dovrebbe esserci quella di considerare nuove e ulteriori valutazioni Arpat, che è pure una istituzione pubblica. Però bisogna che il Comune le chieda! E chiedetele! Ve lo stiamo dicendo in tanti da tempo’, ma lui fa resistenza”.

“Abbiamo insistito evidenziando dichiarazioni contraddittorie con questa ultima presa di posizione: ‘Siamo stati noi a chiedere nuove analisi delle polveri dopo 22 anni’. Questo è quanto sig. Sindaco Lei va affermando ad ogni piè sospinto da molto tempo. Ora invece afferma che le analisi, nuove e ulteriori che le sollecito, le chiede un altro soggetto, la Regione. Mi pare alquanto contraddittorio. Non scherziamo con la salute!’ e Casamenti ci risponde così: ‘Non le fa Arpat, ma Asl e le chiede non il Comune, ma la Regione. Non possiamo mica perdere tempo con i 5 Stelle’ – conclude Velasco -. La superficialità ed il disinteresse per la salute dei cittadini che si mostra con tale atteggiamento ci sembra censurabile e non accettabile. Per questi motivi, e non solo, abbiamo fatto le doverose segnalazioni alle istituzioni competenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top