Pubblicato il: 13 Novembre 2015 alle 14:35

CronacaGrossetoIn evidenza

Spacca il viso ad un connazionale: individuato e denunciato dalla Polizia ferroviaria

Ha aggredito un connazionale spaccandogli la faccia, ma è stato individuato dalla Polizia Ferroviaria di Grosseto ed è stato denunciato per lesioni gravi.

Il protagonista della vicenda, accaduta domenica sera nel capoluogo maremmano, è un rumeno di 37 anni, mentre la vittima dell’aggressione è un connazionale di 38 anni.

La rissa

La scazzottata, avvenuta a mani nude, originata da futili motivi e aggravata dall’uso di sostanze alcooliche, aveva avuto un prologo nei giorni precedenti, quando, ad aver avuto la peggio, questa volta era stato il 37enne che, quindi, domenica scorsa ha voluto vendicarsi per le botte subite.

In un primo momento, il 38enne è stato ricoverato al policlinico Le Scotte di Siena, dove era arrivato al pronto soccorso in codice rosso; poi, lunedì scorso è stato trasportato all’ospedale di Grosseto, dal quale è stato dimesso il giorno dopo con una prognosi di 30 giorni per fratture al volto.

L’attività della Polizia ferroviaria

E’ quindi sempre alta l’attenzione della Polizia Ferroviaria nell’ambito delle attività di competenza: nel corso del 2015, sono state identificate e controllate circa 4.000 persone in transito nella stazione di Grosseto o a bordo dei treni sulla tratta Grosseto – Civitavecchia e Grosseto – Pisa. Tra queste, circa 1.800 extracomunitari, 50 dei quali in posizione irregolare sul territorio nazionale.

Oltre il 40% delle persone controllate ed identificate è risultato avere precedenti penali o di polizia.

Sono stati inoltre eseguiti numerosi provvedimenti di espulsione con ordine del Questore.

Inoltre, sono state arrestate 5 persone, fra le quali 4 latitanti con mandati di arresto; sono state denunciate 20 persone in stato di libertà e sono stati sequestrati 2 chili di droga.

500 sono state le pattuglie impiegate nei servizi all’interno dello scalo ferroviario, 250 il numero dei treni scortati e 125 le pattuglie impiegate a bordo dei treni; 22 sono state le pattuglie impiegate per la vigilanza con le auto alle stazioni di competenza.

Infine, 8 sono state le proposte di allontanamento e di divieto di dimora nel comune di Grosseto a persone pluripregiudicate e sono state elevate oltre 50 contravvenzioni.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su