Pubblicato il: 19 Luglio 2019 alle 17:54

Economia

Agenti rappresentanti di commercio: su “quota 100” primo importante segnale dal Governo

Una positiva risoluzione della questione è in dirittura d'arrivo con l'emanazione di un'apposita circolare da parte dell'Inps

Una positiva risoluzione della questione è in dirittura d’arrivo con l’emanazione di un’apposita circolare da parte dell’Inps.

Da Claudio Durigon, sottosegretario del Ministero del Lavoro, una prima importante risposta dopo la recente nuova nota con la quale le organizzazioni sindacali di categoria degli agenti e rappresentanti di commercio – Fnaarc, Fiarc, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, Ugl e Usarci – erano tornate con forza a chiedere al Governo ed alle competenti Commissioni parlamentari chiarimenti e soluzioni per superare le difficoltà operative di accesso anticipato al pensionamento con “quota 100″.

Ancora oggi – si ricordava nella notasono molti gli agenti di commercio che si vedono penalizzati dal poter beneficiare del trattamento pensionistico introdotto quest’anno e che conseguentemente attendono una risposta. La disciplina introdotta, infatti, non ha tenuto conto delle specifiche modalità di svolgimento e cessazione dell’attività di intermediazione commerciale previste dalle norme di legge e dagli Accordi economici collettivi (Aec) che regolano il rapporto d’agenzia“.

“Le organizzazioni sindacali di categoria degli agenti e rappresentanti di commercio hanno evidenziato le contraddizioni fra le nuove norme e quanto, invece, previsto dal Codice civile e dagli Aec. In particolare, nella fase di chiusura dei rapporti contrattuali con le aziende rappresentate dagli agenti, la prevista impossibilità di cumulare la pensione ‘quota 100’ con i redditi derivanti dall’attività, pena la sospensione dell’erogazione della stessa pensione, impedisce all’agente di commercio di poter incassare quelle provvigioni, relative a ordini conclusi prima della conclusione del rapporto contrattuale e maturate a seguito del rapporto stesso, ma pagate successivamente a rapporto d’agenzia concluso – termina il comunicato -. Le organizzazioni sindacali di categoria degli agenti e rappresentanti di commercio, Fnaarc, Fiarc, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, Ugl e Usarci, attendono naturalmente l’annunciata circolare dell’Inps per una valutazione nel merito della soluzione trovata per ‘quota 100’“.

La Fnaarc Confcommercio Grosseto è a disposizione per ogni ulteriore informazione o approfondimento chiamando il numero 0564.470111.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su