Notizie dagli Enti

Un protocollo tra Regione e Province per la semplificazione e lo sviluppo del digitale

E’ stato firmato un protocollo di intesa tra la Regione e Upi Toscana, l’Unione delle Province, per la transizione digitale, la digitalizzazione, l’innovazione, la semplificazione e lo sviluppo nel territorio toscano.

A sottoscriverlo sono stati i due presidenti, Eugenio Giani e Luca Menesini, e avrà validità per i prossimi quattro anni.

Si tratta – spiega l’assessore regionale all’innovazione digitale, Stefano Ciuoffo di assicurare la completa e reciproca informazione in merito alle rispettive iniziative intraprese, in relazione a tutti i temi connessi alla transizione digitale, alla digitalizzazione, all’innovazione, allo sviluppo dell’Agenda Digitale, agli obiettivi del Piano triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione e del Codice dell’amministrazione digitale, nonché alle azioni e progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) #NextGenerationEU approvato dal Governo, come previsto dal ruolo che abbiamo in qualità di soggetto aggregatore territoriale per il digitale”.

Piena soddisfazione per la firma del Protocollo e per la collaborazione avviata con la Regione anche da parte del presidente di Upi Toscana Luca Menesini.

Collaborare con la Regione – spiega Menesini -, che sui temi dell’innovazione e della digitalizzazione ha assoluta centralità e buone pratiche di livello nazionale, è per noi molto importante e rappresenta un punto di ripartenza per i nostri enti e gli stessi territori. Più che mai la pandemia ha reso imprescindibile il tema delle nuove tecnologie e della transizione digitale in ogni ambito di vita ed ha reso ancor più urgente assicurare a tutti i territori le stesse opportunità e gli stessi diritti. Come Province siamo già a lavoro con la Regione sul Pnrr e contiamo di mettere a disposizione nove Centri di competenza provinciali, uno per Provincia, per la diffusione di tutte le iniziative regionali e il raggiungimento di tutte le realtà comunali, anche quelle più piccole e marginali. Per questo, come presidente di Upi Toscana desidero ringraziare il presidente Giani e l’assessore Ciuoffo per il riconoscimento della potenzialità delle Province in questo settore, con il comune intento di accrescere i diritti, ridurre il digital divide, accrescere le competenze di tutti i cittadini e semplificare i servizi pubblici”.

I due enti si impegnano dunque a sviluppare strategie, iniziative, progettualità e azioni comuni, congiunte e coordinate con il territorio e con la Pubblica amministrazione toscana, al fine di attuare gli obiettivi strategici regionali per una Toscana più semplice, rapida e trasparente.

Un percorso, peraltro già iniziato, attraverso il quale si conta di giungere alla riduzione del divario digitale attraverso il proseguimento degli interventi di copertura della banda ultra-larga e iniziative a favore delle aree disagiate e marginali in modo da offrire opportunità di sviluppo, di lavoro e di vivibilità del territorio.

L’obiettivo è anche quello di definire linee guida in supporto agli enti del territorio in relazione ai progetti per gli impianti di telefonia mobile e 5G ed a progetti relativi a questa tecnologia, così come la diffusione presso gli Enti locali dell’utilizzo delle piattaforme abilitanti e delle infrastrutture regionali, a partire dal data center regionale in cloud denominato Sct, anche al fine di ridurre il numero dei datacenter del territorio, per un aumento della qualità e sicurezza dei servizi erogati tramite la piattaforma open toscana ed il sito istituzionale, nonché tramite i sistemi multicanale disponibili.

E’ un risultato ottenibile attraverso la condivisione dei dati, l’integrazione del patrimonio informativo della Pubblica amministrazione e la ricomposizione delle informazioni relative ai cittadini ed alle imprese in fascicoli, la diffusione della cultura digitale e delle competenze digitali, in sostanziale continuità con i percorsi avviati, come premessa della nuova fase di programmazione regionale.

“Stiamo cioè perseguendo – conclude l’assessore Ciuoffo – la promozione di azioni per garantire i diritti di cittadinanza digitale, la realizzazione di iniziative per il territorio atte a incrementare i servizi on line erogati e a migliorarne la fruizione e di interventi per la trasformazione digitale ed il miglioramento dell’organizzazione della Pubblica amministrazione anche attraverso azioni che conducano a una standardizzazione e semplificazione dei procedimenti ed un loro efficientamento, a una maggiore interoperabilità dei sistemi informativi, anche attraverso l’utilizzo di piattaforme e servizi condivisi a livello regionale. Insomma, ciò che vogliamo concordemente è di proseguire un percorso virtuoso per una Pubblica amministrazione più semplice, snella, veloce e a misura di cittadino”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button