Pubblicato il: 5 Giugno 2020 alle 16:50

EconomiaGrosseto

Dipendenti del Comune, chiuso accordo con i sindacati: “Risultato importante e atteso da 10 anni”

L'accordo è stato firmato da tutte le sigle sindacali, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Rsu,

Mercoledì scorso, l’amministrazione comunale di Grosseto e i sindacati hanno sottoscritto insieme l’accordo che fissa i criteri per le progressioni economiche orizzontali per i dipendenti interni al Comune del capoluogo maremmano.

“A partire dal 2020 e nell’arco di tre anni, del tutto in linea con gli indirizzi espressi dalla giunta comunale, le progressioni saranno attribuite valorizzando il merito, l’esperienza lavorativa e la formazione professionale, senza automatismi o prevalenze di categoria – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. E’ inoltre prevista la salvaguardia della produttività e, per la Polizia municipale, è prevista l’indennità di servizio esterno fino a 3,00 euro al giorno. Ringrazio l’assessore al personale Giacomo Cerboni, il segretario generale del Comune di Grosseto, Luca Canessa, e il dirigente al personale, Felice Carullo, per il grande lavoro compiuto. Si tratta di un altro punto del nostro programma elettorale che è stato realizzato e sono molto fiero di questo risultato”.

L’accordo è stato firmato da tutte le sigle sindacali, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Rsu, e dal presidente della delegazione trattante Luca Canessa, segretario generale del Comune di Grosseto, e del dirigente al personale Felice Carullo.

Il 3 giugno abbiamo raggiunto questo accordo dopo una trattativa con i sindacati durata circa 2 anni – sottolinea l’assessore Giacomo Cerboni -. Nel luglio del 2019 la Giunta ha approvato le linee di indirizzo fornite alla delegazione trattante, fissando le modalità con cui condurre la trattativa con le organizzazioni sindacali. Nel gennaio scorso la stessa Giunta ha confermato queste linee. L’accordo raggiunto mercoledì scorso è stato sottoscritto all’unanimità e siamo soddisfatti perché dopo dieci anni, nonostante i blocchi imposti dallo Stato, si torna a fare le progressioni orizzontali al Comune di Grosseto. Inoltre, le linee guida fissate dalla Giunta sono state confermate in toto dai sindacati”.

La contrattazione è stata lunga – continua l’assessore, con la Cisl abbiamo raggiunto subito un’assonanza di intenti, mentre con Cgil e Uil ci sono state differenti posizioni che abbiamo dovuto appianare. Onestamente, abbiamo perso tempo nella firma dell’accordo per colpa di qualche protagonismo di troppo. Ad esempio, la Uil avrebbe preferito applicare le progressioni a tutti i dipendenti e ridurre l’indennità alla Municipale; adesso, si prende meriti non suoi nel raggiungimento dell’intesa, ma deve riflettere, perché il suo protagonismo ha fatto perdere la progressione ai dipendenti comunali andati in pensione nel 2019. Questo accordo rappresenta una grande libertà dell’amministrazione comunale, perché non abbiamo arretrato di fronte alle rimostranze dei sindacati e non siamo scesi a compromessi, neanche quando la questione è finita in tribunale”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su