Follonica

Torna a Follonica La notte del Lavoro Narrato

Il MAGMA, Museo del Lavoro riconosciuto al livello europeo con il premio DASA 2015, visto il successo dello scorso anno, intende aderire anche per il 2016 all’evento “La Notte del Lavoro Narrato” , un evento nazionale ideato da Vincenzo Moretti (sociologo della Fondazione Di Vittorio e autore e ideatore di #lavorobenfatto) e Alessio Strazzullo ed organizzato dal network che si è costituito spontaneamente a partire dall’edizione 2014, quando in circa 100 luoghi d’Italia (piazze, case, scuole, associazioni, biblioteche, caffè letterari e non, ex aree industriali), tutti alla stessa ora, donne e uomini di ogni età si sono incontrate per raccontare, leggere, cantare e suonare, rappresentare e disegnare, storie di lavoro.

Le iniziative che animeranno il MAGMA sabato 30 aprile:

Il primo appuntamento alle 17.00 con la proiezione delle videointerviste “Aria – Fuoco – Acqua – Terra”. Testimonianze odierne di giovani donne che raccontano la loro particolare esperienza formativa, lavorativa e di vita, attraverso le loro occupazioni, ognuna legata a un diverso elemento naturale. I curatori hanno accolto la sfida e le parole della Notte Del Lavoro Narrato che dal suo blog ci invita a raccontare storie che ci facciano apprezzare il valore sociale della propria comunità dove non solo lavoriamo, ma cresciamo, studiamo, amiamo e viviamo. Progetto a cura di Marica Pizzetti e Lanfranco Stefanelli

Alle 20.30 secondo appuntamento con “Collegamenti“, la proiezione dell’intervista introduttiva alla serata di Vincenzo Moretti. Collegamento con i social network e blog e le altre sedi italiane dell’iniziativa #lavoronarrato

A seguire verrà offerto un aperitivo per inaugurare la serata.

Alle 20.45 ci sarà la proiezione del videoreportage sulla Rimaflow – La Fabbrica Recuperata di Milano a cura di Silvia Trovato, Gabriele Baroni, Luca Limitone e Rosanna Harper. E’ l’ultimo capitolo di un reportage di approfondimento che i quattro collaboratori di Radio Cage, web radio comunitaria livornese, hanno elaborato a partire dal marzo 2015 con articoli, foto e video con cui hanno raccontato la storia di resistenza di “RiMaflow”, fabbrica occupata, recuperata e autogestita di Trezzano sul Naviglio nell’hinterland milanese. Il video reportage racconta il percorso di occupazione e trasformazione di questa fabbrica recuperata attraverso le testimonianze dirette di alcuni dei protagonisti: Michele, Mariarosa, Stefania, Luca, Stefano, Michele, Aniello. Le voci che compongono questo racconto ci mostrano il percorso individuale e collettivo di riappropriazione di uno spazio il cui destino segnato era quello della delocalizzazione, dell’abbandono e della cessazione produttiva. Nel video reportage si racconta la storia della RiMaflow, dalla condanna alla chiusura alla lotta operaia, della decisione dell’occupazione, di come questo sogno di riconversione della produzione e degli spazi sia entrato nella vita e nella lotta di ognuna delle voci narranti. È una storia che racconta la bellezza di una speranza fiera e combattiva, ma anche la storia di una realtà piena di complessità e difficoltà che lancia lo sguardo lontano nel mondo; dalle esperienze di riappropriazione del Brasile a quelle argentine, al collegamento con i movimenti internazionali di Occupy. Un video reportage che ci guida in una riflessione sul tema del lavoro e dei diritti e che ci permette dal cuore di una fabbrica occupata in costruzione, fervida e brulicante di vita, di fare il giro del mondo, ripartendo dalle parole chiave di questo progetto: Rivoluzione, Rinascita , Riuso , Riciclo , Riappropriazione , Rivolta (il debito).

La serata si concluderà con il concerto del  Coro Goitre di Follonica alle 22.00

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button