Oltre sessanta studenti partecipano allo Science Camp del Liceo scientifico delle scienze applicate

Venerdì 8 settembre si è conclusa la seconda edizione del Science Camp, iniziativa organizzata dal Liceo scientifico delle scienze applicate “V. Fossombroni” di Grosseto.

Una settimana dedicata interamente alla scienza, durante la quale più di sessanta ragazzi, che nell’anno scolastico 2017/2018 frequenteranno le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, hanno partecipato ai laboratori organizzati dai docenti della scuola. Sono state trattate discipline caratterizzanti il percorso scientifico: matematica, fisica, chimica, scienze, informatica, e anche quelle che distinguono il Liceo scientifico “V. Fossombroni”, come robotica, economia, russo, spagnolo ed inglese.

Il Liceo scientifico delle scienze applicate “V. Fossombroni”, nato con delibera n. 1146 del 23/12/2013 della Giunta regionale della Regione Toscana, ha l’obiettivo di promuovere le scienze e l’informatica, utilizzando una didattica laboratoriale. La scuola rappresenta una buona integrazione tra cultura scientifica e cultura umanistico-linguistica, arricchita dallo studio di una seconda lingua straniera, oltre all’inglese. Infatti i due percorsi, che nel biennio prevedono un incremento delle ore curriculari della lingua inglese, offrono l’opportunità di studiare nell’indirizzo bilingue una lingua europea (a scelta tra spagnolo, francese, tedesco) e nell’indirizzo Internazionale una lingua dei Paesi Brics (a scelta tra russo, cinese, giapponese ed indi).

I partecipanti al Science Camp hanno potuto fare un’importante esperienza di orientamento attraverso un approccio di tipo laboratoriale alle materie scientifiche.

Il successo dell’iniziativa è dovuto all’impronta ludica, ma costruttiva, che è stata data ai vari laboratori. Durante i laboratori di matematica, che consistevano in vere e proprie gare a squadre, i ragazzi potevano riflettere e confrontarsi in piccoli gruppi e poi dare le risposte a semplici problemi, rebus, anagrammi, indovinelli, domande di logica, ecc.. I laboratori di fisica hanno dato la possibilità agli alunni di dedurre l’importanza del metodo sperimentale galileano effettuando semplici esperienze sulla meccanica, le cui relazioni sono state sviluppate nei laboratori di informatica utilizzando l’applicativo Microsoft Power Point. Il laboratorio di robotica è stato apprezzato per la costruzione di piccoli robot motorizzati con i kit Lego Mindstorms.

Nei laboratori di scienze, effettuati a scuola, sono stati affrontati argomenti che i ragazzi incontreranno nell’attuale corso di studi ed in quello futuro come la cellula e le reazioni chimiche. Altri laboratori di scienze sono stati svolti durante l’uscita didattica realizzata all’Oasi del Wwf di Piombino (completamento di un lavoro già iniziato in uno dei laboratori a scuola) e al Museo di Larderello dove i ragazzi sono entrati in contatto con la geotermia.

In seguito all’ottima riuscita dell’iniziativa, il Liceo scientifico “V. Fossombroni” rinnova l’appuntamento per la terza edizione del Science Camp per settembre 2018, mentre altri laboratori ed altre iniziative di orientamento saranno proposti, attraverso le scuole secondarie di primo grado o sul sito della scuola (www.isisfossombroni.it), durante l’intero anno scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top