Porto di Talamone: firmato l’accordo per l’escavo

Torna a nuova vita il porto di Talamone, che si prepara ad essere di nuovo meta appetibile per tutti i diportisti. E’ stato firmato l’accordo tra Regione Toscana, Comune di Orbetello e associazione consortile Il Molo di Talamone che darà il via all’escavo atteso da tempo per ripristinare le condizioni di sicurezza della navigazione.

L’intesa, da 1 milione e 100mila euro, finanzia l’escavo di 21mila metri cubi di materiale da dragare dai fondali che saranno poi sistemati presso il porto di Piombino.

Con questo intervento il porto di Talamone riacquisisce la sua operatività – ha dichiarato l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarellie potrà tornare a svolgere il ruolo strategico che ha sempre avuto per l’economia ed il turismo della costa toscana, grazie all’impegno congiunto della Regione insieme al Comune ed ai soggetti privati coinvolti, raccolti nell’associazione consortile“.

Il progetto prevede la realizzazione dell’intervento in due fasi funzionali: una prima fase per l’importo finanziato dai sottoscrittori per 1.100.000 euro. Eventuali economie relative alla procedura di gara saranno utilizzate per la seconda fase di escavo, senza ulteriori oneri a carico della Regione.

La Regione, che concorre alla maggior parte dei finanziamenti con 600mila euro, si impegna a fornire al Comune di Orbetello, che è il soggetto attuatore, il supporto tecnico-amministrativo per le verifiche di coerenza del progetto di escavo dei fondali con gli atti e gli strumenti di competenza regionale.

Il Comune, da parte sua, concorrendo con 150mila euro, si occupa di acquisire i necessari pareri dell’Autorità Marittima per quanto attiene alla materia della sicurezza della navigazione, per l’approvazione del progetto esecutivo e per l’affidamento dei lavori.

L’associazione consortile Il Molo di Talamone, che concorre con 350mila euro, produce il progetto esecutivo dell’intervento, nonché tutti i rilievi, indagini, analisi e quant’altro propedeutico al progetto stesso; inoltre, redige la documentazione necessaria ai fini dell’appalto e di realizzazione dei lavori attraverso i professionisti appositamente incaricati.

I lavori dovranno essere ultimati entro il 31 dicembre 2018, data in cui il Comune di Orbetello dovrà inviare alla Regione una relazione conclusiva sull’esito degli interventi disciplinati dall’accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Top