Tirrenica, Legambiente: “Progetto farsa, adeguare subito il tratto sud dell’Aurelia”

La questione legata al progetto autostradale sembra essere sempre più incerta. Dopo il Def del Governo che annunciava lo stop definitivo del progetto, adesso si alternano voci e possibili risvolti. Da una parte si stralcia il progetto di Sat e dall’altra si procede con la Via e le conferenze di servizi come se nulla fosse.

Chiediamo chiarezza – afferma Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – su una situazione che sta diventando sempre più simile a una farsa che a un progetto vero e proprio. Occorre pianificare al più presto gli scenari futuri coinvolgendo anche le associazioni, i Comuni del territorio e il Parco della Maremma. Allo stesso tempo, bisogna abbandonare definitivamente l’ipotesi autostradale che non si ripaga rispetto ai flussi di traffico e non sta in piedi finanziariamente, oltre a creare impatto ambientale e disservizi per tutto il territorio”.

Non si può continuare a portare avanti – spiega Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana – ad oltranza l’iter della Tirrenica (si veda la conferenza servizi, la Via, ecc.). Bisogna invece, con decisione e tramite un accordo chiaro tra Regione Toscana e Governo, intraprendere un procedimento che porti allo stanziamento di fondi per la tratta a sud di Grosseto, proprio come fatto per la parte a nord, anche perché quello rappresenta il tratto più pericoloso che necessita al più presto di interventi, visti soprattutto gli ingressi a raso e i tratti a due corsie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top