Acqua, Forza Italia: “Stop al pagamento delle concessioni, regalo da 6 milioni della Regione ai gestori”

Che con l’avvento renziano al governo della Toscana non ci sarebbe stato nessun cambiamento lo sapevamo, ma ora ne abbiamo la prova“.

Così il coordinatore regionale di Forza Italia Giovani, Juri Gorlandi, prende la parola all’indomani del voto sulle “Disposizioni in materia di canoni per l’uso del demanio idrico e per l’utilizzazione delle acque. Modifiche alla L.R. 77/016”.

Per Gorlandi, un regalo ai gestori idrici: “Gaia e soci saranno contenti: questa manovra ha cancellato con un colpo di mano il debito sulle concessioni regionali non pagati al demanio dai gestori idrici. Parliamo di una cifra che si aggira intorno ai 6 milioni“.

Una riflessione che riguarda la situazione dei contribuenti nei confronti di Gaia, Publiacqua, Nuove Acque, Acquedotto del Fiora, Acque, Asa, Acque Toscane: “Se non paghi una bolletta ti staccano l’acqua. In alternativa applicano un riduttore al rubinetto. L’anziano che ha la pensione minima, il disoccupato rischiano di essere privati di un servizio vitale erogato sfruttando un bene disponibile in natura. Tutto questo non vale per i signori dell’acqua, creature emanate dall’intellighenzia toscana, dal Pd, i cui rappresentanti occupano i Cda, per non parlare dei posti di lavoro e che applicano uno sconticino, quasi 12 miliardi delle vecchie lire, agli amici degli amici”.

Continua Gorlandi: “I miei omaggi ai signori Bugliani, giovane e rampante presidente, Baldi, Capirossi, Marras, Pieroni, Vadi della Prima Commissione: grazie a loro è stato possibile recapitare questo regalo ai signori dell’acqua” .

Infine un commento sui gestori: “L’Art. 14 grida vendetta. Leggere che ‘le minori entrate derivanti dalla presente Legge sono stimate in Euro 3.000.000 per ciascuno degli anni 2017 e 2018 e fanno carico agli stanziamenti della Tipologia 101, Imposte, tasse e proventi assimilati’, equivale ad affermare che i gestori possono non pagare 12 miliardi di lire di tasse. Così la maggioranza ha recapitato ai gestori il regalo confezionato dalla Prima Commissione pescando per competenza e per cassa 6 milioni dal Bilancio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top