“Artigiani per la vita” fa centro: grazie alla cena di beneficenza 5mila euro per Avis e Admo

Trenta volontari, tra associati e dipendenti di Cna Grosseto, 350 persone servite a tavola, 5mila euro raccolti: sono questi i numeri di “Artigiani per la vita“, la cena di raccolti fondi per le associazioni Avis e Admo, promossa dalla confederazione degli artigiani di Grosseto che si è tenuta ieri alla Cava di Roselle.

Un evento, giunto ormai alla terza edizione, che ha l’aspirazione, come ha spiegato il presidente Riccardo Breda, di “diventare un appuntamento fisso“.

L’obiettivo raggiunto con questa edizione di ‘Artigiani per la vita’ ci riempie di orgoglio – ha commentato Daniela Morosini, vice presidente di Cna e ideatrice dell’iniziativa -. Realizzare una cena di beneficenza con questi numeri non è facile, sopratutto per chi non è professionista del settore, ma ogni volta la fatica è ripagata dalla risposta che ci arriva dalla nostra comunità“.

Per realizzare “Artigiani per la vita”, infatti, ogni anno dirigenti e artigiani si mettono a disposizione per raccogliere fondi da destinare a associazioni di volontariato che operano sul territorio. Il ricavato della cena è interamente donato, grazie anche agli sponsor Conad, la cooperativa Uscita di Sicurezza con la Cava di Roselle, il panificio “I frutti del grano”, l’azienda vinicola Fattoria Mantellassi e Plastiho, che mettono a disposizione materie prime, strumentazioni e spazi in maniera gratuita.

Vogliamo ringraziare tutte le persone che hanno partecipato e chi ha reso possibile il raggiungimento di questo obiettivo con un’iniziativa così bella – hanno detto Carlo Sestini, presidente provinciale dell’Avis, e Fausto Brandi, presidente di Admo -. E’ la prima volta che siamo coinvolti in un evento così bello e di successo“.

Ad accompagnare la cena sono state le esibizioni dell’imitatore e trasformista Andy Bellotti, dei ginnasti della X3M Area e la musica di Sonia Brandi al piano bar e del gruppo musicale Ottava Nota, che ha proposto un omaggio a Mogol.

I bambini hanno potuto partecipare a giochi e attività organizzate dalle volontarie Avis e Admo Barbara Pastorelli e Isabella Tronconi, che si sono occupate dell’animazione per i più piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top