Rubano un Suv in centro: arrestati dopo un inseguimento sull’Aurelia

Una nottata movimentata, quella appena trascorsa, per i Carabinieri del Norm della Compagnia di Orbetello.

I militari dell’Arma, impegnati quotidianamente in una sempre più serrata attività finalizzata al contrasto alla criminalità, specialmente quella contro furti e rapine e dedicata al controllo di persone sospette, alle prime luci dell’alba, hanno arrestato due uomini rumeni, entrambi 31enni, domiciliati a Roma, già noti alla giustizia per reati contro il patrimonio.

Verso le 5 del mattino, i due, nel centro storico di Grosseto, insieme ad un terzo complice, avevano appena rubato un Suv di grossa cilindrata parcheggiato sotto la casa del proprietario, un pensionato di origini grossetane.

Dopo il colpo, i due, a bordo di una Audi A4, e il terzo, a bordo dell’auto rubata, si sono dati alla fuga lungo l’Aurelia, in direzione di Roma.

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, impegnati nel controllo del territorio, hanno intercettato le due auto e sono stati subito insospettiti dalla strana “scorta” al Suv da parte degli occupanti della berlina.

I militari, quindi, hanno subito acceso i lampeggianti per controllare i due veicoli, ma i malviventi, alla vista della gazzella dell’Arma, hanno premuto il piede sull’acceleratore.

Ne è nato quindi un inseguimento che, partito da Ansedonia, è terminato nel comune di Capalbio, all’altezza del Km. 128+00, quando il conducente del Suv, ormai tallonato dalle pattuglie intervenute, perdendo il controllo del veicolo è andato a schiantarsi sul guardrail, riuscendo tuttavia a fuggire a piedi nella campagna circostante.

I militari, che nel frattempo avevano ricevuto la segnalazione dalla Centrale operativa dell’avvenuto furto a Grosseto, sono riusciti comunque a bloccare i due malviventi a bordo della berlina, arrestandoli immediatamente.

I veicoli sono stati perquisiti: i Carabinieri hanno inoltre ritrovato un disturbatore di frequenze, utilizzato spesso dai malviventi per disattivare gli antifurti satellitari.

Al momento, sono in corso le ricerche e ulteriori indagini da parte del Nucleo operativo della Compagnia di Orbetello per risalire al terzo malvivente e assicurarlo alla giustizia.

Gli arrestati, rinchiusi nelle camere di sicurezza, dovranno rispondere domani mattina in direttissima di furto aggravato in concorso davanti al Tribunale di Grosseto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top