Spacciava hashish e cocaina nei boschi: giovane in manette

Ieri, i carabinieri della Compagnia di Grosseto hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Grosseto su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un tunisino di 34 anni, in quanto indiziato di spaccio di stupefacenti continuato.

Le indagini che hanno portato all’esecuzione del provvedimento cautelare hanno preso l’avvio nell’estate 2016 da accertamenti effettuati dalla Compagnia dei Carabinieri di Follonica e dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Follonica.

Da tali investigazioni era emerso, a suo tempo, che lo straniero aveva effettuato in moltissime occasioni, nei boschi di Scarlino e Castiglione della Pescaia, svariate cessioni di hashish e cocaina a tossicodipendenti del luogo.

Le attività investigative, svolte con quotidiani appostamenti effettuati in prossimità e all’interno dei boschi, hanno permesso sia di individuare l’uomo come lo spacciatore, sia di effettuare numerosi sequestri di droga nei confronti di altrettanti assuntori, che hanno poi riconosciuto il tunisino come il pusher che aveva venduto loro la sostanza stupefacente poi sequestrata.

Le indagini sono state particolarmente difficili in considerazione del modus operandi dello spacciatore, al quale l’aver creato il punto di spaccio all’interno dei boschi ha consentito facilmente di nascondere la droga in più punti dello stesso luogo e gli ha permesso di predisporre molteplici via di fuga durante i controlli delle forze dell’ordine.

Dopo l’esecuzione dell’ordinanza cautelare l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Grosseto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top